I piatti della cucina fiorentina

Il piatto fiorentino diventato più  famoso in tutto il mondo è senza dubbio la bistecca alla fiorentina: richiede una carne di grande qualità proveniente dal bue (mai dal vitello!), dev'essere tagliata alla perfezione con uno spessore di circa 5-6 cm, cotta sulla brace (possibilmente di legno di castagno) al sangue, condita dopo cotta con sale, pepe e un filo d'olio. 
Il vero primo piatto toscano è la minestra: la pappa al pomodoro e la ribollita, zuppe calde che in estate vengono sostituite dalla panzanella.

Oltre alla bistecca, altre carni caratterizzano questa cucina: la cacciagione, il maiale (l'"arista" si fa con la carne delle costolette di maiale cotta in forno con aglio e rosmarino), ma anche gli umidi e i bolliti. Un'altra passione dei fiorentini sono i fegatelli: quelli di maiale vengono cotti allo spiedo avvolti nella retina e infilati su stecchi con abbondante alloro alternato a crostini di pane. I fegatelli di pollo, insieme alla milza di vitello, sono gli ingredienti base dei diffusissimi crostini, antipasto immancabile che si accompagna ad affettati come la finocchiona,  la soppressata, i prosciutti, le salsicce e i sanguinacci.

E se passeggiando o guidando vi imbattete in un trippaio, chiedete la trippa al sugo o un panino con il lampredotto: vere delizie che si possono trovare, oltre che nei ristoranti e trattorie, anche in caratteristici chioschi mobili presenti in diverse piazze e strade di Firenze. Il vero buongustaio sa che le frattaglie, cucinate con arte, sono una prelibatezza!

Fra i molti contorni un posto particolare meritano i fagioli, semplicemente lessati e conditi, anzi annegati, nell'olio, oppure cotti all'uccelletto, con salvia e succo di pomodoro. Ottime le cipolline in agrodolce e la bietola o gli spinaci, per lo più rifatti in padella con olio, aglio e peperoncino.

Fra i dolci ecco l'antico castagnaccio fatto con farina dolce di castagne, la schiacciata alla fiorentina e la dolcissima schiacciata con l'uva.

&
Enogastronomia