fb track

Gli Etruschi sono da sempre considerati un popolo misterioso, un po’ per la loro provenienza indeterminata, un po’ per certe differenze che intercorrono con altre civiltà antiche come quella romana e quella greca e sicuramente anche per la loro fascinazione per le arti divinatorie e l’aldilà.

La Toscana era parte di quella fertile e ricca regione nota come Etruria, un territorio che conserva ancora oggi i lasciti preziosi di questa popolazione. Di questa loro terra gli Etruschi sono riusciti per esempio a trasformare certe sue materie in apparenza così immutabili come la pietra, come ci raccontano le incredibili forme che hanno impresso al tufo o le delicate fattezze che segnano le loro creazioni in alabastro, così come hanno saputo trarre il meglio da un suolo già di suo fecondo, attraverso sapienti tecniche di agricoltura. La zona della Val di Chiana, non a caso, è conosciuta come granaio d’Etruria e certi prodotti come l’olio e il vino, oggi tanto amati nella nostra regione, si dice fossero abbondanti già nei pasti di questi storici abitanti. Fruttuosi anche i giacimenti minerari, che regalavano allume, argento, ferro e rame, in special modo nell’Isola d’Elba.

Proprio in Toscana si trovavano molte delle città-stato etrusche, parte delle quali riunite dagli storici sotto il nome di Dodecapoli. Arezzo, Chiusi, Cortona, Fiesole, Volterra e Populonia, dunque, ma anche Vetulonia e le affascinanti Pitigliano e Sorano: è qui che gli Etruschi hanno permesso di rinvenire i più importanti reperti, a partire dalle acropoli con resti di templi, insieme alle urne, ai corredi funerari e alle più grandi mura.

Tante le testimonianze che parlano di un popolo indipendente, dove le donne avevano un ruolo di rilievo nella società e in cui il mondo ultraterreno costituiva un tema di grande attrattiva, così come ambigua curiosità destava il futuro, sempre indagato dai riti minuziosi dei sacerdoti. Alcuni aspetti del presente, invece, fanno pensare che non se ne siano mai andati: nelle c aspirate, in alcune consonanti che i Toscani pronunciano, si nasconde forse il loro spirito, che ancora non finisce di incantare.

#toscanaterraetrusca
Le voci della rete
VisitTuscany.com
Scopri tutti i contenuti legati agli Etruschi su visittuscany.com