Skip to content
Fiesole, terme romane

Archeologia a Firenze e dintorni

Cinque siti archeologici che forse non conosci

Voltarsi indietro e cercare le tracce del nostro passato. Etruschi, romani o medievali: conoscete i siti archeologici di Firenze e dintorni?
Vi portiamo alla scoperta delle antiche civiltà che hanno abitato questa terra, respirato quest'aria, lavorato questa pietra, un'attività quanto mai affascinante.

Non sapete dove si trovano? Vi guidiamo noi in un percorso che tocca 5 diversi siti in 5 località dell'Area Fiorentina.

Elenco contenuti
  • 1.
    Area Archeologica di Fiesole
  • 2.
    Tomba etrusca La Montagnola a Quinto (Sesto Fiorentino)
  • 3.
    Museo Archeologico di Gonfienti a Campi Bisenzio
  • 4.
    Teatro romano di Florentia
  • 5.
    Il Castelluccio a Rignano sull'Arno

Area Archeologica di Fiesole

Anfiteatro Romano di Fiesole
Anfiteatro Romano di Fiesole - Credit: Carlos Affonso

Nel cuore della cittadina sul colle, in una posizione mozzafiato si trova l’Area archeologica di Fiesole, comprensiva del teatro all’aperto, delle terme, del tempio e del Museo Archeologico. Tutto il complesso, estremamente suggestivo e interessante, testimonia la storia antica della città etrusca fondata alla fine del IV secolo a. C.

L’area archeologica di Fiesole è sito museale, mentre le possenti e antichissime mura etrusche, poste appena sotto, sono visibili da tutti anche senza biglietto!

Consulta il sito ufficiale per informazioni più approfondite.

Tomba etrusca La Montagnola a Quinto (Sesto Fiorentino)

Dromos
Dromos - Credit: Comune di Sesto

Siamo a Quinto, alle pendici di Monte Morello, e qui è stata scoperta nel 1959 la tomba La Montagnola, che risale alla seconda metà del VII secolo a. C.
Sito assolutamente suggestivo, si tratta di una sepoltura a thòlos costituita quasi interamente di larghi blocchi di pietra alberese, e ricoperta da un imponente tumulo di terra. La visita all'interno della tomba è un vero viaggio nel tempo: il dromos ci immette nella camera, dove si trova un pilastro di tufo, che non ha funzione portante, ma aveva probabilmente uno scopo astronomico-religioso. 

Non lontano dalla Montagnola si trova anche la Tomba della Mula, che però fa parte di una proprietà privata.
La visita alla Montagnola è possibile grazie ad aperture organizzate dalla ProLoco.

Museo Archeologico di Gonfienti a Campi Bisenzio

Restando nel passato più remoto eccoci alle porte della Rocca Strozzi, in pieno centro a Campi Bisenzio dove si trova un museo di reperti archeologici rinvenuti nel sito di Gonfienti, una località fra i comuni di Prato e Campi Bisenzio. 

L’esposizione riguarda quindi un territorio limitrofo a quello dove il museo è situato, che è stato abitato ininterrottamente dal XVI al XIII secolo a. C. Nella visita si viene guidati – tramite storie e oggetti - attraverso tre epoche in cui il sito di Gonfienti ha visto evolvere varie civiltà: l'Età del Bronzo, il periodo etrusco e quello romano.

Il museo offre attività didattiche per i più piccoli.

Teatro romano di Florentia

Corinto Corinti
Corinto Corinti - Credit: Comune di Firenze

I sotterranei di Palazzo Vecchio, in piazza della Signoria a Firenze hanno rivelato i resti di un teatro romano di epoca Adrianea. Come tutte le città romane anche Florentia aveva un teatro, risalente al I secolo a.C.; ma su quell'edificio, difficilmente immaginabile guardando la piazza adesso, passarono gli anni e la distruzione.
Il Palazzo della Signoria (o Palazzo Vecchio, come venne chiamato dopo il trasferimento della famiglia granducale a Palazzo Pitti) vide varie fasi di costruzione e successivi ampliamenti e fu nell’ultima fase, nel 1588, che proprio l'antico teatro romano fu usato come sostegno della terza corte del Palazzo. 

Gli scavi sotterranei costituiscono un’insolita modalità di visita all’edificio che ancora oggi ospita il potere politico di Firenze. 

Il Castelluccio a Rignano sull'Arno

Castelluccio
Castelluccio - Credit: Comune di Rignano sull'Arno

Il sito archeologico del Castelluccio si trova nei terreni della Fattoria di Pagnana, a Rignano sull'Arno. Lo scavo archeologico, curato negli anni passati dall'Università di Firenze, ha portato alla luce edifici (un pozzo/cisterna, un muro) e molti  reperti che fanno comprendere in che modo si viveva nel Medioevo nel castello di Rignano. 

Il sito testimonia infatti un piccolo castello residenziale di una delle famiglie della nobiltà minore e i reperti rinvenuti, di epoca medievale sono testimoni "viventi" della vita del tempo. 

Al momento la campagna di scavi è interrotta e il sito, che si trova in area non recintata ma privata, viene aperto con visite un paio di volte l'anno.

Inizia la scoperta

Luoghi da non perdere, percorsi tappa per tappa, eventi e suggerimenti per il tuo viaggio
Eventi • 4 risultati
Idee • 37 risultati
Itinerari • 30 risultati
Diari di viaggio • 5 risultati