Pienza

Pienza

Città ideale, nata da un'idea unitaria di bellezza

Leggi la storia Pienza su La città ideale "Nata da un pensiero d'amore e da un sogno di bellezza" (Giovanni Pascoli)Leggi la storia

Pienza è il centro più noto della Val d’Orcia ed è nota come la città di Papa Pio II, al secolo Enea Silvio Piccolomini, che qui nacque nel 1405. Pio II, una volta divenuto Papa, volle trasformare il suo umile paese natale, Corsignano, in un gioiello urbanistico-architettonico, contrapponendolo in questo modo alla città che l’aveva emarginato la sua famiglia: Siena. Affidò così la ristrutturazione totale del paesino all’architetto Bernardo Rossellino, che in appena quattro anni, dal 1459 al 1462, definì l’aspetto armonioso e tipicamente quattrocentesco di quella che sarebbe stata Pienza. Nacque così quella che sarà nota come la Città d’Autore, la Città Ideale “nata da un pensiero d’amore e da un sogno di bellezza”, come scrisse Giovanni Pascoli. Altra caratteristica quasi unica del luogo è quello di aver attraversato i secoli intatto, permettendoci di ammirare in modo esatto il senso e l’intenzione degli interventi di Rossellino, Pienza infatti dopo quei quattro anni di lavori rimase sostanzialmente immutata, anche a causa della scomparsa prematura di Papa Pio II.

Per le sue peculiari caratteristiche nel 1996, insieme a tutta la Val d’Orcia, Pienza è stata riconosciuta Patrimonio mondiale dell’umanità. Merita una menzione anche Monticchiello, piccola frazione del comune nonché antico borgo che col suo Cassero, le mura e la porta medievale svetta sullo splendido paesaggio della valle. Gli abitanti di Montichiello tengono viva l’antica tradizione del Teatro Povero, testimone della vivacità culturale del paese e dell’attacamento della popolazione alla propria storia e identità.

2
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Pienza
people
Le voci della rete