Skip to content
Parco d'Arte Pazzagli a Firenze

Arte e architettura contemporanea lungo la Romea Sanese

Territori antichi e linguaggi moderni: sculture e edifici contemporanei da Firenze a Siena

Un antico cammino da Firenze conduce a Siena, oggi come un tempo, circondati tra i bei paesaggi ritmati dai filari del Chianti. La Via Romea Sanese era una delle “strate et vie maestre” fra le dieci che solcavano la campagna della città del giglio.

Quattro tappe che congiungono i centri storici Patrimonio dell'Umanità di Firenze e Siena, tra boschi, oliveti e vigneti fino a innestarsi nella Via Francigena, nella città del palio. Detta di Sanctus Donatus in Pocis, la Via Sanese è stata per secoli il collegamento più veloce tra le due città; ricca di storia e natura è inoltre costellata di sculture e architetture contemporanee. Un connubio, quello tra la tradizione vitivinicola del Chianti con la sperimentazione artistica che dà vita a nuovi linguaggi del contemporaneo.

Indice
  • 1.
    Firenze
  • 2.
    San Casciano Val di Pesa
  • 3.
    Montefiridolfi
  • 4.
    Castellina e Gaiole in Chianti
  • 5.
    Siena

Firenze

Giardino delle Rose
Giardino delle Rose - Credit: Benedetta Perissi

La città che dà inizio all'itinerario, famosa in tutto il mondo per il suo patrimonio storico-artistico, non è solo Rinascimento. A giro per la città e nei musei si possono ammirare opere di architettura contemporanea. Fra gli edifici ad esempio, si annoverano lo stadio Artemio Franchi, il Teatro del maggio musicale Fiorentino, la stazione di Santa Maria Novella e il Palazzo di Giustizia. Passeggiando invece per le strade e i giardini della città si possono ammirare numerose opere contemporanee come il Tindaro Screpolato dello scultore di origini polacche Igor Mitoraj nel Giardino di Boboli, varie sculture nel Giardino delle Rose di Jean-Michel Folon, la gigantesca scultura di Michelangelo Pistoletto, Dietrofront, nel piazzale di Porta Romana. A Firenze sud i due ettari e mezzo di verde lambiti dall’Arno accolgono le oltre 250 opere del Parco d'Arte Enzo Pazzagli.

San Casciano Val di Pesa

Cantina Antinori nel Chianti Classico
Cantina Antinori nel Chianti Classico

Alle porte del Chianti, in località Bargino nel comune di San Casciano Val di Pesa, ci si imbatte in una spettacolare struttura di design armonicamente inserita nel contesto ambientale, la Cantina Antinori, sintesi perfetta del connubio tra tradizione e arte. Mentre il centro storico di San Casciano Val di Pesa ospita sculture site specific, come le geometrie di Staccioli e il cervo di Mario Merz posto a vedetta sulle mura del paese.

Montefiridolfi

Fattoria La Loggia
Fattoria La Loggia - Credit: Fattoria La Loggia

Nel cuore del Chianti, in località Montefiridolfi, sorge il Centro d'Arte La Loggia, museo open air che ospita opere d'arte di grandi maestri del Novecento, tra cui Betty Woodman, Franz Stähler, Arnaldo Pomodoro, Roberto Barni e Karel Appel. Si tratta di un parco artistico ospitato nell'omonima fattoria, inserito nella lista ufficiale dei Parchi d'Arte Contemporanea in Toscana per la sua importanza.

Castellina e Gaiole in Chianti

Il Gallo Nero di Gaiole durante la manifestazione ciclistica L'Eroica
Il Gallo Nero di Gaiole durante la manifestazione ciclistica L'Eroica - Credit: Benedetta Perissi

Camminando fra le strade dell'antico borgo della lega del Chianti Classico, ci si può imbattere in varie sculture d'arte contemporanea di mostre temporanee o permanenti. Primo fra tutti il famoso gallo nero, icona del Chianti e del buon vino, a cui è legata un'antica leggenda risalente alle faide tra Firenze e Siena. Mentre nella campagna di Gaiole, installazioni artistiche di Pistoletto, Daniel Buren e Hiroshi Sugimoto “dialogano” con gli ambienti delle cantine nel Castello di Ama.

Siena

dettaglio di Palazzo Piccolomini, Siena
dettaglio di Palazzo Piccolomini, Siena - Credit: Sailko

Ultima tappa della Via Sanese e altra città d'arte toscana famosa in tutto il mondo; tra le perle artistiche e storiche che rendono il suo centro Patrimonio Unesco, Siena lascia spazio anche al mondo contemporaneo. Oltre ai giardini urbani che spesso ospitano sculture, il palazzo Piccolomini, che viene chiamato anche "delle Papesse", dalla fine del secolo scorso è diventato un centro per l’arte contemporanea.

Nei dintorni

Luoghi da non perdere, percorsi tappa per tappa, eventi e suggerimenti per il tuo viaggio
Eventi • 35 risultati
Idee • 214 risultati
Itinerari • 63 risultati
Diari di viaggio • 2 risultati