Chianti
Chianti map

Chianti

Una terra affascinante ricca di cultura, natura e prodotti tipici

Le colline del Chianti sono una dolce catena ondulata a cavallo fra le province di Firenze, Siena e Arezzo e caratterizzano questa terra cara agli uomini dalla notte dei tempi. I comuni presenti in quest’area sono parte della zona di produzione del Chianti, vino rosso DOCG.

Se dal punto di vista geografico i confini di questo territorio sono da sempre contesi, da quello storico invece si considera Chianti la zona dei comuni di Gaiole, Radda e Castellina, ovvero la vecchia Lega del Chianti, compresa nella Provincia di Siena. Con la costituzione della zona vinicola Chianti nel 1932, che comprendeva le sottozone Classico e alcuni territori del fiorentino, si è arrivati all’attuale definizione geografica del territorio. Molte località e perfino un comune (Greve) negli anni hanno cambiato toponomastico aggiungendo al loro nome la dicitura “in Chianti”. Del resto già il Granduca Cosimo III de’ Medici nel 1716 faceva arrivare la zona del Chianti fino a lambire il territorio di Greve e Panzano.

Quello del Chianti è il territorio ideale per un viaggio nella tradizione gastronomica toscana, un viaggio che non può che cominciare dagli alimenti che tradizionalmente sfamavano i poveri, oggi nobilitati al punto da diventare prelibati ingredienti delle più raffinate cucine internazionali. Basti pensare a piatti come la ribollita, il collo ripieno, i fegatini di pollo, la trippa, o a ingredienti che anni fa si ammansivano quasi per punizione: “mangerai pane secco e cipolle!”, si diceva ai ragazzi con poca voglia di studiare.

A proposito di espressioni idiomatiche, l’antico detto “hai mangiato tanto collo di papero” rimanda ai tempi in cui i contadini allevavano le anatre per i padroni, che però lasciavano le frattaglie ai popolani. Da quegli umili scarti nascevano già allora elaborate ricette che in futuro avrebbero fatto la fortuna dei migliori ristoranti toscani, e proprio come il collo ripieno i prodotti dell'antica tradizione contadina sono diventati il fiore all’occhiello del menù di tanti chef. E come c’è da aspettarsi nel Chianti la proposta gastronomica vive in funzione di uno compagno di riguardo: il vino, perfetto abbinato coi piatti saporiti di questo fortunato territorio.

Cover image credit: Aske Holst