Skip to content
Oasi Lipu Massaciuccoli
Photo © Shutterstock.com / Robertonencini
Photo © Shutterstock.com / Robertonencini

Oasi, parchi e pinete: un viaggio in Versilia alla scoperta della natura

Dalle Alpi Apuane all'Oasi Lipu di Massaciuccoli ecco un itinerario all'insegna del verde e dello sport

La Versilia, conosciuta in tutto il mondo per le sue spiagge dorate e la vita notturna, regala anche scorci inaspettati e natura prorompente.
Grazie alle caratteristiche di questo territorio unico al mondo - che comprende il mare, ma anche montagne, borghi e laghi - è possibile scoprire un lato inedito e selvaggio di questo angolo di Toscana, attraverso i numerosi parchi e le aree protette presenti.

Elenco contenuti
  • 1.
    Viareggio
  • 2.
    Il Parco della Versiliana
  • 3.
    Oasi LIPU Massaciuccoli
  • 4.
    Lago di Porta
  • 5.
    Oasi WWF delle Dune
  • 6.
    Parco Regionale delle Alpi Apuane e l’Antro del Corchia
  • 7.
    Parco di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli
  • 8.
    Parco Urbano Bussola Domani

Viareggio

La pineta
La pineta - Credit: Gerry Labrijn

Viareggio, la città più importante della Versilia con il mare da un lato e le vette delle Apuane dall’altro, ospita due pinete molto suggestive: la pineta di Levante e la pineta di Ponente.
La Pineta di Levante - nella parte sud di Viareggio - è molto ampia e si estende fino a Torre del Lago.
L’area è divisa in due parti, una più mondana e una immersa nella quiete della natura.
Partendo da Viale dei Tigli, una lunga pista ciclabile scorre adiacente alla carreggiata: chioschi, ristoranti, piccoli pub e punti di ritrovo per i giovani la rendono, durante le sere d'estate, uno dei luoghi più frequentati.
Addentrandosi proprio all'interno della pineta, ecco la parte più selvaggia: qui si può fare sport o semplicemente passeggiare per godersi tutta la bellezza del luogo.
Perfetta per lo sport, le passeggiate all’aria aperta e per rilassarsi durante le calde giornate estive, anche la Pineta di Ponente è uno dei luoghi più amati della città.
Chioschi con tavoli, ristoranti, giostre e aree per bambini e famiglie sono solo alcuni dei servizi presenti in questo parco.
All’interno si trova anche un pittoresco - e molto frequentato - laghetto con i cigni.

Il Parco della Versiliana

Versiliana
Versiliana - Credit: Fondazione Versiliana

Il Parco della Versiliana si trova fra  Pietrasanta e Forte dei Marmi:  comprende ottanta ettari di bosco secolare giunto intatto fino ad oggi ed è il polmone verde della Versilia.
Del parco fa parte anche la villa omonima, risalente al 1886.
Tutto il parco è attraversato da viali che si intrecciano in tutta l’area tra le varie zone, distinte per tipologia di alberi. Lecci, pini domestici e marittimi sono i più presenti, ma anche frangole, farnie, olmi, ontani, aceri, pioppi, frassini e carpini.
Grazie alle numerose strade ciclo-pedonali il parco è il luogo ideale per passeggiare o fare sport. 

Oasi LIPU Massaciuccoli

Germani reali sul Lago di Massaciuccoli
Germani reali sul Lago di Massaciuccoli - Credit: Shutterstock / Valentino Nobile

L’Oasi Lipu del Lago di Massaciuccoli è un’area protetta di 47 ettari nata per tutelare le specie rare che vivono in questo ambiente: un luogo incantato, fuori dal tempo, dove si può passeggiare su camminamenti in legno a palafitta e ascoltare i suoni del lago osservando gli uccelli. L'osservatorio per il  birdwatching è stato rinnovato ed è completamente accessibile alle persone con disabilità motoria.
Tarbusini, anatre tuffatrici, svassi, cormorani, folaghe e aironi sono solo alcuni degli animali che si possono avvistare nell’oasi, senza dimenticare il falco di palude.
È presente anche un piccolo Museo della Palude, adatto alle famiglie.

Lago di Porta

Lago di Porta
Lago di Porta - Credit: Cristina Maioglio

Un tempo collegato al Lago di Massaciuccoli, il Lago di Porta si trova nel comune di Montignoso ed è un'area naturale protetta stretta tra le Alpi Apuane e il litorale della Versilia.
Il lago è alimentato da sorgenti che nascono ai piedi delle rupi di Porta: l'acqua della polla, situata nei pressi della Torretta Medicea, ha una temperatura costante di 17° C circa. L'area umida è quasi interamente ricoperta da cannucce di palude; in questo ambiente così particolare vivono il tarabuso - un airone molto raro - e la lycaena dispar una farfalla in pericolo d’estinzione.

Oasi WWF delle Dune

Oasi WWF delle Dune
Oasi WWF delle Dune - Credit: wwf.it

L'Oasi WWF delle Dune si trova a Forte dei Marmi ed è caratterizzata da quello che era il paesaggio tipico della Versilia prima dello sviluppo turistico-balneare della zona. 
Con un'area di 3 ettari, ospita anche un piccolo orto botanico impiantato negli anni Settanta dall'Università di Bologna per studiare gli effetti dell'inquinamento sulla vegetazione costiera.
Qui si può trovare la camomilla delle spiagge, oltre al giglio di mare, al leccio e al cisto.
Tra la vegetazione, soprattutto in inverno, si possono osservare lo zigolo nero e l’occhiocotto. A poca distanza dalla riva vivono diversi uccelli marini: svasso maggiore, gabbiano corallino e beccapesci.

Parco Regionale delle Alpi Apuane e l’Antro del Corchia

Antro del Corchia
Antro del Corchia - Credit: FB Corkia Park

Il Parco Regionale delle Alpi Apuane  ospita vette maestose che regalano una vista incredibile su mare, valli verdeggianti, grotte spettacolari e laghi.
A pochi chilometri dalla costa della Versilia le montagne si innalzano fino a sfiorare i duemila metri di altezza e sono un vero e proprio spettacolo della natura.
Dal 1985 l’Ente Parco  - che fa parte della Rete Globale dei Geoparchi UNESCO - tutela le Alpi Apuane.
La posizione geografica e la diversa natura di queste rocce determinano la presenza di ambienti con elevata biodiversità floristica e faunistica.
Le Alpi Apuane custodiscono inoltre  un sottosuolo unico e particolarmente suggestivo con oltre 1300 grotte censite, che si sono formate nel corso di centinaia di migliaia di anni grazie all’azione incessante dell’acqua sulle rocce.
Una delle più spettacolari è l’Antro del Corchia, un complesso carsico ipogeo con più di 50 chilometri di pozzi e gallerie: è il più vasto che si trova in Italia ed è percorribile grazie a delle passerelle.
La temperatura interna della grotta è costante, circa 7,6 gradi durante tutto l’anno. Le grotte si trovano nella frazione di Stazzema.

Parco di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli

Parco di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli
Parco di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli - Credit: Photo Graphic Studio

Il Parco Naturale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli è un insieme di ambienti molto diversi tra loro rimasti pressoché intatti nel tempo: dune di sabbia, boschi rigogliosi, pinete profumate e macchia mediterranea.
L’area protetta si estende su un'ampia fascia costiera, compresa tra Pisa e Livorno: tremila ettari ricoperti da paludi e zone umide o da boschi dove si trovano pioppi, lecci e pini.
Qui vivono molti  uccelli di palude come i trampolieri e gli aironi, ma anche daini e cinghiali.
La flora del parco annovera alcune rarità come la drosera (una piccola pianta carnivora), l'orchidea palustre, mentre sulle dune cresce il bellissimo fiordaliso delle sabbie.
La Tenuta di San Rossore è il cuore del parco e la più grande pineta d’Europa.

Parco Urbano Bussola Domani

Il parco è uno spazio verde di circa 7 ettari: prende il nome dalla storica Bussola Domani, uno spazio che ebbe il suo massimo splendore negli anni Settanta e che ospitò numerosi artisti di fama nazionale e internazionale. Oltre ad un'arena, destinata in estate ad eventi culturali, il parco è arricchito da percorsi per lo sport ed è immerso nel tipico paesaggio della macchia mediterranea.

Nei dintorni

Luoghi da non perdere, percorsi tappa per tappa, eventi e suggerimenti per il tuo viaggio
Eventi • 3 risultati
Idee • 88 risultati
Itinerari • 20 risultati