Skip to content
Museo delle Statue Stele Lunigianesi
Photo © Franco Beccari
Photo © Franco Beccari

I musei della Lunigiana: quali visitare

Dalla Preistoria al Novecento per leggere e scoprire il territorio

Lunigiana
di  Lunigiana

Vistare i musei lunigianesi, oggi racchiusi dalla rete provinciale “Terre dei Malaspina e delle Statue Stele”, significa compiere un viaggio nella storia locale, dalla Preistoria al Novecento, per comprendere meglio il vissuto del territorio e della sua gente.

Oggi, gran parte della storia e della tradizione culturale della Lunigiana è infatti raccolta nei tanti musei disseminati su tutto il territorio, dove la memoria del passato e la comprensione del presente si rafforzano reciprocamente tramandando l’incredibile eredità culturale.

Elenco contenuti
  • 1.
    Musei Scientifici
  • 2.
    Musei Religiosi
  • 3.
    Musei della Memoria Storica
1.

Musei Scientifici

Museo Grotte di Equi
Museo Grotte di Equi - Credit: Grotte di Equi
  • Museo delle Statue Stele Lunigianesi (Pontremoli)
    Il Museo ospita una raccolta di grandissima suggestione che racconta uno dei fenomeni più importanti, e ancora oggi dei più misteriosi, della Lunigiana. All’interno della suggestiva cornice del Castello del Piagnaro, dal 1975 sono esposte le iconiche Statue Stele: sculture antropomorfe scolpite in pietra arenaria tra il 4.000 e il 600 a.C. dalle popolazioni vissute a quel tempo nella valle del Fiume Magra e che, oggi, costituiscono il più antico fenomeno artistico della Lunigiana.

  • Museo Archeologico delle Grotte di Equi e Tecchia preistorica (Fivizzano) 
    Scoprite lo splendido sito archeologico e paleontologico di rinomanza internazionale allestito con teche contenenti reperti veri direttamente in area di scavo. Dalla caverna dove vissero l’uomo di Neanderthal e animali preistorici oggi estinti, in particolare l’Orso delle Caverne, al Museo Archeologico dove poter osservare la fedele riproduzione del gigantesco orso delle caverne, uno scheletro intero di un orso adulto e altri reperti relativi alla presenza umana, rinvenuti durante gli scavi nella vicina Tecchia preistorica.

  • Museo di Storia Naturale della Lunigiana (Aulla)
    Situato nella maestosa Fortezza della Brunella, il museo è composto da sale espositive che permettono di conoscere lo stretto legame tra l’attività umana, agricola e pastorale, e il patrimonio naturale lunigianese.
1.

Musei Religiosi

Complesso Ex Convento degli Agostiniani
Complesso Ex Convento degli Agostiniani
  • Museo, Chiesa e Tomba di San Caprasio (Aulla)
    All’interno dell’Abbazia di San Caprasio, ancora oggi tappa fondamentale della Via Francigena in Lunigiana, sono conservati reperti storici e culturali appartenuti nei secoli ad abati, monaci e pellegrini ed i ritrovamenti degli scavi archeologici del 2003.

  • Complesso Ex Convento degli Agostiniani (Fivizzano)
    Fondato con bolla del 27 giugno 1391, conserva ancora oggi luoghi e un patrimonio inestimabile: dalla Biblioteca Civica, con circa 30.000 volumi, al Meteo Museo Edmondo Bernacca; dalla Chiesa di San Giovanni al Museo di Arte Sacra, con opere raccolte negli edifici sacri del territorio; fino al chiostro del Convento, decorato da meravigliosi affreschi Seicenteschi.
1.

Musei della Memoria Storica

Museo Audiovisivo della Resistenza
Museo Audiovisivo della Resistenza - Credit: Museo Audiovisivo della Resistenza
  • Museo Etnografico della Lunigiana (Villafranca in Lunigiana)
    La tradizione contadina e pastorale della Lunigiana sapientemente allestita e raccontata negli antichi mulini cinquecenteschi sul Torrente Bagnone.

  • Museo digitale dell’identità locale (Fivizzano)
    All’interno del Geo-archeo-adventure park delle Grotte di Equi, la visita interattiva con touchscreen vi farà scoprire la vita e il lavoro degli abitanti della Valle del Lucido: dal lavoro del marmo, all’arrivo della ferrovia, dal mondo rurale al rapporto con la natura, le grotte e la Tecchia di Equi, le Terme di Equi, le manifestazioni e la vita sociale.

  • Museo Archivio della Memoria (Bagnone)
    Dal 2004 preserva e valorizza il patrimonio artistico, storico e documentario della valle del Bagnone, raccontato attraverso foto e testimonianze il rapporto di genere nel mondo sociale lunigianese.

  • Museo dell’Emigrazione della Gente Toscana (Mulazzo)
    Allestito nelle stanze del Castello di Lusuolo, è dedicato al fenomeno dell’emigrazione della popolazione toscana nel mondo e attraverso fotografie, oggetti e documenti racconta le storie di coloro che partirono in cerca di fortuna e una vita migliore.

  • Archivio Museo dei Malaspina (Mulazzo)
    Nel Palazzo, e antica residenza, dei Marchesi Malaspina di Mulazzo, si trova il museo dedicato alla casata e al grande navigatore Alessandro Malaspina, di cui sono conservati oggetti, libri, manoscritti e strumenti di navigazione.

  • Museo Audiovisivo della Resistenza (Fosdinovo)
    Realizzato in un castagneto secolare, luogo teatro di lotta al periodo della Liberazione, vuole ricordare e trasmettere le sofferenze e le speranze di coloro che hanno lottato lungo la Linea Gotica nella Seconda Guerra Mondiale.

Inizia la scoperta

Luoghi da non perdere, percorsi tappa per tappa, eventi e suggerimenti per il tuo viaggio
Eventi • 102 risultati
Idee • 394 risultati
Itinerari • 157 risultati
Diari di viaggio • 4 risultati