Pitigliano

Viaggio nella Piccola Gerusalemme di Pitigliano

Dalla Sinagoga al Ghetto sono tanti i monumenti che testimoniano la presenza della comunità ebraica che arrivò nel paese del tufo alla fine del Quattrocento

Il legame di Pitigliano con la cultura ebraica arriva da lontano. La prima comunità a trovare rifugio nel paese scavato nel tufo risale alla fine del Quattrocento e realizzò la Sinanagoga nel 1598. Purtroppo la sua originaria strutture fu distrutta in parte durante la Seconda Guerra Mondiale ma in seguito fu sapientemente ristrutturata e oggi è visitabile (escluso il sabato e le festività ebraiche). Alle pareti, arricchite da stucchi e decori, sono presenti numerose epigrafi commemorative in caratteri ebraici. La Tevà, occupa il centro del luogo di culto, mentre sullo sfondo si può notare l''arca santa in legno; l'Aròn. Nella parte superiore, dietro una balaustra riccamente intarsiata, si nascondono le panche del matroneo, la parte superiore della sinagoga riservato alle donne.

La popolazione ebraica è da sempre integrata perfettamente a Pitigliano, tanto che la comunità viene chiamata la "Piccola Gerusalemme".
I segni di questa lunga convivenza si possono ritrovare nel Ghetto ebraico: un suggestivo percorso nel centro storico di Pitigliano che attraverso locali scavati nel tufo testimonia la vita della comunità ebraica. Si va dal Forno delle Azzime dove venivano preparati dolciumi e pane azzimo, al Bagno Milkve, situato sotto la Sinagoga, dove in una apposita vasca ricavata nel tufo, le giovani praticavano il rito del bagno mestruale, atto purificatorio della cultura ebraica. Poi si passa alla cantina, dove veniva conservato il vino kasher, e la Macelleria Kascher, intermante scavata nel tufo, dove veniva macellata la carne secondo la tradizione ebraica.

Per conservare meglio questo antico patrimonio è stato creato il Museo della Cultura Ebraica, che raccoglie al suo interno testimonianze ed oggetti  ed è il punto di ingresso per le visite alla Sinagoga ed a tutto il complesso monumentale.
Nonostante oggi gli ebrei a Pitigliano siano rimasti pochissimi, rimane un legame forte con la città: dal restauro e conservazione dei monumenti ebraici, alla scelta di produrre vino kasher nella Cantina Cooperativa di Pitigliano, alla fondazione dell’Associazione "La Piccola Gerusalemme", che ha come fine la promozione di iniziative per la valorizzazione della storia di Pitigliano.