Camera delle deliberazioni
location_cityArchitetture

Lucca, Nuova Palazzina di Lorenzo Nottolini

Nel progetto di ristrutturazione dell’intera Palazzina Nuova , redatto dall’Ing. Bernardino Poli nel 1870, gli ambienti del primo piano, che interessarono ben 58 locali, vennero destinati alla regia Corte d’Appello ed ai relativi uffici. In questo progett

Lucca

Dal progetto del 1868, ed in particolare dallo stato di consistenza del 1872, redatto in occasione della consegna degli stabili provinciali occupati dalla Regia Corte d’Appello e dalla Procura Generale del Re al Prefetto, siamo a conoscenza degli interventi realizzati nelle tre sale destinate a "stanza per il segretario", "stanza di ricevimento" e "camera delle Deliberazioni".
La stanza del segretario (attuale sala Giunta) era dotata di un soffitto dipinto e pareti ricoperte di carta di Francia color verde con oro, ordinate a Valentino Betti di Lucca, e da un pavimento a quadrucci verniciato. Il locale, privo di caminetto, era riscaldato da una stufa di terra tinta in bronzo porporato con tubo di lamiera infisso al muro.
La stanza di ricevimento (attuale ufficio del Presidente) aveva il soffitto dipinto e le pareti ricoperte di carta di Francia a fondo chiaro con fiori dorati di Valentino Betti di Lucca; il pavimento era "colorito ad olio e verniciato";la stanza era dotata di un caminetto in marmo bianco a bassorilievo.
La camera delle deliberazioni (attuale segreteria). In questa sala i lavori furono più imponenti; interessarono infatti la costruzione ex novo dei muri perimetrali, del soffitto "stoiato" con cornice in stucco, degli intonaci e del pavimento a "quadrucci colorito e verniciato".
La sala, dotata di un caminetto in marmo, aveva il soffitto a chiaro scuro, uno zoccolo perimetrale, opera del pittore Antonio Ghilardi, e le pareti ricoperte con carta rossa a fiori dorati.
(Articolo a cura della Provincia di Lucca).

Torre del Lago Puccini
Spiagge assolate, fresche pinete, il lago sempre calmo, ovvero l'Eden
Al nome originario di Torre del Lago, dovuto ad un antica torre di guardia costruita tra i secoli XV e XVI sulla sponda occidentale del bacino, è stato aggiunto in tempi recenti quello di Puccini, in onore del grande compositore che innamoratosi del suo paesaggio, così consono al genio creativo, non volle più abbandonare la cittadina. ...
Approfondiscikeyboard_backspace