Museo della Cattedrale di Lucca
account_balanceMusei

Museo della Cattedrale di Lucca

Arredi, dipinti e sculture del mondo sacro

Lucca
Il museo è allestito in un interessante complesso edilizio composto da una casa torre duecentesca, una chiesa cinquecentesca e d un corpo principale di origine trecentesca.

E' stato creato nel 1992 per custodire sia gli arredi realizzati nell'alto medioevo per lo svolgimento delle funzioni liturgiche, sia per esporre le opere pittoriche e scultoree della Cattedrale, rimosse dall'originaria ubicazione e conservate nei depositi o nella sagrestia del Duomo.

L’esposizione comprende un cospicuo nucleo di argenterie realizzate a Lucca tra il XV e il XIX secolo, in gran parte attribuibili con sicurezza grazie alla presenza dei punzoni.

Di particolare interesse sono il Dittico eburneo del Console Areobindo della prima metà VI sec, raffigurante il martirio di San Tommaso Becket, la celebre Croce fiorita detta “dei Pisani”, splendido pezzo di oreficeria di inizio Quattrocento, e il cofanetto in cuoio impresso e dipinto di fattura fiamminga, la Statua di Apostolo di Jacopo della Quercia risalente all'inizio XV secolo. Degon di nota sono anche gli antichi codici miniati, le oreficerie, i tessuti e gli ornamenti del Volto Santo.


Orario:
Da aprile ad ottobre: tutti i giorni ore 10-18. Da novembre a marzo: giorni feriali ore 10-14, sabato e domenica ore 10-17.
Chiuso a Natale, le mattine del 1 gennaio e di Pasqua.

Prezzo:
4,00 € intero,
2,50 € ridotto per gruppi.
Biglietto cumulativo con gli altri 2 musei della cattedrale 6,00 €, ridotto per gruppi 4,00 €.

Accesso handicap:
Parziale

Contatti:
Piazza Antelminelli
LUCCA (LUCCA)
Telefono: 0583 490530
E-mail: info@museocattedralelucca.it
www.museocattedralelucca.it
Torre del Lago Puccini
Spiagge assolate, fresche pinete, il lago sempre calmo, ovvero l'Eden
Al nome originario di Torre del Lago, dovuto ad un antica torre di guardia costruita tra i secoli XV e XVI sulla sponda occidentale del bacino, è stato aggiunto in tempi recenti quello di Puccini, in onore del grande compositore che innamoratosi del suo paesaggio, così consono al genio creativo, non volle più abbandonare la cittadina. ...
Approfondiscikeyboard_backspace