Photo ©Panelibrienuvole

3 ricette dolci per Natale

Natale sta arrivando e con l'avvicinarsi del periodo più magico dell'anno cresce anche la voglia di riempire le nostre case di addobbi, luci e profumi. Per creare un'autentica atmosfera festiva niente di meglio che mettersi ai fornelli: ecco tre classiche ricette della tradizione per portare in tavola i dolci natalizi della Toscana.

I Ricciarelli
I ricciarelli pronti per essere infornati
I ricciarelli pronti per essere infornati

Il dolce natalizio per eccellenza sono i ricciarelli di Siena, i deliziosi biscotti a base di mandorle che secondo la leggenda furono portati in Toscana dal cavaliere Ricciardetto Della Gherardesca al ritorno dalle crociate. Una ricetta un po’ lunga da preparare ma che può dare grandi soddisfazioni!

  1. Tritate finemente 300 grammi di mandorle spellate fino a ridurle in polevere e aggiungete 200 grammi di zucchero semolato e 100 grammi di zucchero a velo, 2 albumi ben montati a neve e mescolate delicatamente.
  2. Coprite con un panno umido la ciotola e lasciate riposare l’impasto per 12 ore. Poi iniziate a lavorarlo creando un tronchetto, da cui andrete a tagliare con un coltello i biscotti a forma di rombo allungato.
  3. Appoggiate ogni biscotto su un’ostia e cuocete in forno a 150 gradi per 10 minuti. Serviteli con una spolverata di zucchero a velo.
Il Panforte
Il panforte di Siena, dolce tipico del periodo natalizio

Da Siena arriva un'altra ricetta tipica delle festività natalizie e molto antica, che risale addirittura all'anno Mille, a base di spezie e frutta candita: il Panforte.

  1. Fate bollire per 5 minuti 450 grammi di miele mescolandolo con 450 grammi di zucchero semolato.
  2. Togliete dal fuoco e aggiungete la frutta candita tagliata a piccoli pezzi: 500 grammi di arancia candita, 500 grammi di cedro candito e 500 grammi di melone candito. Sempre mescolando bene, aggiungete 150 grammi di farina bianca,mezzo cucchiaio di vaniglia in polvere e le spezie in polvere: un cucchiaio di noce moscata, cannella, zenzero, coriandolo e chiodi di garofano.
  3. Aggiungete 350 grammi di mandorle intere, 350 grammi di nocciole intere, mescolate e versate in uno stampo foderato con le ostie.
  4. Livellate il composto, che dovrà avere uno spessore di 2 centimetri, e cuocete per mezz’ora a 180 gradi. Servitelo freddo e spolverato di zucchero a velo.
I Befanini
I Befanini
I Befanini

Terminiamo con una ricetta semplice ma gustosa che non manca manca sulle tavole della Lucchesia: i Befanini. Questi biscotti coloratissimi vengono sfornati in occasione dell'Epifania e sono facili da preparare, l'ideale per cucinare tutti insieme, compresi i bambini che possono divertirsi a ritagliare con le formine i Befanini.

  1. In una grande zuppiera sbattete 4 uova con 300 grammi di zucchero semolato, poi aggiungete 500 grammi di farina bianca, 200 grammi di burro ammorbidito, 100 grammi di zucchero vanigliato e un pizzico di sale. Impastate il tutto insieme a mezzo bicchiere di sassolino e mezzo bicchiere di latte (quanto serve ad ammorbidire l’impasto).
  2.  Aggiungete la scorza grattugiata di un limonre, una bustina di lievito per dolci e lascoiate riposare l’impasto per mezz’ora in frigorifero.
  3.  Stendete la pasta con il mattarello e ritagliate i Befanini utilizzando le formine che preferite, lasciando spazio alla fantasia! Spennellate i biscotti con un uovo sbattuto e ricopriteli di zuccherini colorati.
  4. Cuocete i Befanini nel forno riscaldato a 180 gradi per circa 15 minuti: toglieteli quando diventano dorati.
&
Enogastronomia