Museo Nazionale di Palazzo Mansi
account_balanceMusei

Museo Nazionale di Palazzo Mansi

Un museo nel museo

Lucca
Il museo ha sede in una delle dimore signorili tra le più fastose della città, che lo Stato ha acquistato nel 1965 dagli eredi della famiglia Mansi. Restaurato per adibirlo alla nuova funzione, il palazzo conserva l'aspetto di ambiente di rappresentanza, arricchito di affreschi, stucchi, mobili, arazzi, tappezzerie.

L'appartamento monumentale del primo piano, giunto a noi integralmente, è il nucleo più prezioso del palazzo. Il Salone della Musica corredato da un palco per l'orchestra è decorato da affreschi di Gian Gioseffo del Sole (1688) e da cornici architettoniche di Marcantonio Chiarini. Nella cappella sono state ricollocate le tappezzerie e gli arredi originali. La Sala degli Specchi appare nelle forme neoclassiche del rinnovamento dei primi dell'Ottocento. Alcuni salotti sono decorati da arazzi fiamminghi e tendaggi preziosi. La stanza dell'alcova è riccamente arredata da tappezzerie ricamate e da un letto a baldacchino inquadrato da una serliana intagliata e dorata retta da cariatidi.

L'edificio accoglie al primo piano gli appartamenti monumentali sei-settecenteschi e la Pinacoteca Nazionale di Lucca. Gli ambienti del piano terra sono destinati alle esposizioni temporanee e vi sono esposti telai e manufatti del lascito Niemark. E' attivio un laboratorio di tessitura storica. Al secondo piano sono esposte opere lucchesi dell'Ottocento e Novecento.

La pinacoteca è ricca di opere di provenienza dalle collezioni medicee e granducali. Infatti l'ultimo duca di Lucca Carlo Lodovico di Borbone vendette le collezioni pubbliche lucchese sul mercato antiquario. Il granduca Leopoldo II, dopo l'annessione della città alla Toscana, donò una collezione di 83 dipinti dal Cinquecento al primo ventennio del Settecento che facevano parte delle raccolte fiorentine.


Contatti:
Via Galli Tassi 43
LUCCA (LUCCA)
Telefono: 0583-55570
E-mail: luccamuseinazionali@libero.it
Torre del Lago Puccini
Spiagge assolate, fresche pinete, il lago sempre calmo, ovvero l'Eden
Al nome originario di Torre del Lago, dovuto ad un antica torre di guardia costruita tra i secoli XV e XVI sulla sponda occidentale del bacino, è stato aggiunto in tempi recenti quello di Puccini, in onore del grande compositore che innamoratosi del suo paesaggio, così consono al genio creativo, non volle più abbandonare la cittadina. ...
Approfondiscikeyboard_backspace