Skip to content
Montagna dell'Abetone

Inverno in Toscana: 3 consigli per una vacanza perfetta

Consigli per pianificare le tue vacanze invernali o un weekend nel periodo più freddo dell'anno

La stagione invernale - benchè sia la più fredda - è perfetta per praticare molte attività sportive e culturali. La Toscana offre molte soluzioni pensate per appassionati di adrenalina e movimento, ma anche per le persone che vogliono indugiare in una vacanza confortevole.

Questo articolo si propone di darti alcuni consigli per goderti appieno le vacanze invernali, tra divertimento e relax!

Elenco contenuti
  • 1.
    Sciare sulle montagne toscane
  • 2.
    Centri benessere e sorgenti termali
  • 3.
    Visitare mostre e musei
1.

Sciare sulle montagne toscane

abetone
Abetone - Credit: Viva Toscana Flickr page

Se iniziamo il nostro tour da nord-ovest, in Toscana incontreremo Zum Zeri, sulle montagne della Lunigiana, sul passo di Due Santi: un vero paradiso per chi ama sciare, con piste di tutti i tipi, anche intrepide. Luogo ideale per una vacanza in famiglia, Zum Zeri offre anche uno snow park per gli appassionati di snowboard e un campo scuola.

Se ci spostiamo un po' a sud, la Toscana ci sorprende con le località della Garfagnana, tra l'Appennino e le Alpi Apuane.
Il comprensorio sciistico della Garfagnana, che comprende Careggine, Casone di Profecchia e Passo delle Radici, offre non solo soluzioni per lo sci alpino, ma anche itinerari per lo sci nordico.

A solo un'ora da Firenze si trova una delle stazioni sciistiche più importanti d'Italia: l'Abetone. 60 chilometri di piste da sci con 21 impianti moderni di risalita. Le sue quattro valli - Val di Luce, Valle dello Scoltenna, Valle del Sestaione e Val di Lima - sono il luogo perfetto per gli amanti degli sport invernali in alta quota. 

Sulle montagne pistoiesi troviamo anche Cutigliano. Da lì possiamo raggiungere la stazione sciistica della Doganaccia con la funicolare. Perfetto per lo sci e lo snowboard, offre 15 km di piste con 6 impianti di risalita.

Nella Toscana meridionale, potremmo visitare il Monte Amiata (1.738 metri di altezza), un antico vulcano situato nella più grande faggeta d'Europa. 12 piste da sci si estendono su 10 chilometri, servite da 8 impianti di risalita.
Inoltre, se preferisci lo sci nordico, ci sono 10 chilometri di piste dedicate a questa disciplina. Arrivato in vetta, puoi goderti la splendida vista delle colline senesi, della Maremma e anche un po' del Mar Tirreno.

1.

Centri benessere e sorgenti termali

Le Cascate del Mulino, Saturnia
Le Cascate del Mulino, Saturnia - Credit: Gonçalo Figueiredo

Il nostro tour nel benssere inizia a Montecatini Terme, considerata la principale città termale in Italia e eletta patrimonio Unesco. Le sue acque, ricche di preziosi minerali, vengono utilizzate nelle terapie già dai tempi dell'Impero Romano. Oggi la città offre vacanze rilassanti con i suoi nove centri termali, 200 hotel, parchi e negozi. Grazie alle sue acque curative, Montecatini raggiunse l'apice della fama nel corso del XX secolo. Il periodo della Belle Époque ha anche contribuito a definire l'aspetto dei bagni termali, decorati in stile Art Nouveau.

Andando a sud, troveremo Gambassi Terme, nel cuore della Valdelsa, tra le colline ricoperte di cipressi, uliveti e vigneti. Questa antica città - famosa anche per le sue lavorazioni in vetro - fu abitata da Etruschi e Romani prima di diventare una meta di sosta per i pellegrini sulla Via Francigena nel Medioevo. A Gambassi troveremo un bellissimo resort con un edificio recentemente restaurato in cui le piscine erogano acque curative di Salsa di Pillo.

Lungo la Via Francigena, troverai anche Bagno Vignoni, a soli 50 chilometri da Siena. I suoi bagni termali furono apprezzati in primis dai Romani e poi divennero popolari, grazie alla loro posizione, tra i pellegrini che viaggiavano verso Roma e si fermavano lì per riposarsi. Al centro di Bagno Vignoni, in piazza delle Sorgenti, c'è una vasca rettangolare di acqua caldissima. Non è possibile bagnarsi, come accadeva in passato, ma vederla è davvero uno spettacolo suggestivo. Per coccolarsi alla terme è sufficiente recarsi in una nelle tre strutture ricettive presenti a Bagno Vignoni: Le Terme Wellness & Spa nella piazza centrale, l’Hotel Posta Marcucci con piscine esterne ed interne e il Terme Hotel Adler con la suggestiva Grotta Salina.

Non lontano da lì, c'è Chianciano Terme, tra la Valdichiana e la Val d'Orcia: combina secoli di tradizione con tecnologie d'avanguardia per la salute e il benessere. Nelle Terme di Chianciano i grandi parchi termali di “Fucoli” e “Acqua Santa” sono alimentati da 4 tipi di acque benefiche (raccomandate, per esempio, per favorire la funzionalità del fegato): Acqua Santa, Acqua Fucoli, Acqua Sillene e Acqua Santissima. Oggi Chianciano Terme è uno dei migliori centri benessere in Italia, con migliaia di visitatori al giorno.

Passeggiando per la Val d'Orcia finiremo a Bagni San Filippo, in provincia di Siena, non lontano dal Monte Amiata. Qui le sorgenti termali naturali sono documentate fin dal Medioevo. Nel verde, si scorge il Fosso Bianco, un torrente immerso nel bosco che sfocia in cascatelle e piscine naturali (le sue acque vanno da 25 ° a 52 °C). Questi bagni sono raccomandati per le malattie respiratorie e il fango naturale che trovi lì è un toccasana per le malattie della pelle.

Infine in Maremma, tra il Monte Amiata e le colline dell'Albegna, troveremo uno dei bellissimi doni della natura: le suggestive cascate del Mulino. Se invece preferite la comodità della spa, le Terme di Saturnia saranno perfette: i bagni termali, con acqua calda a 37 °C, sono composti da cinque diverse aree: idroterapia, bellezza, gestione dello stress, alimentazione e fitness.

Per scegliere il luogo più adatto a te, consulta l’elenco completo delle terme in Toscana.

1.

Visitare mostre e musei

Centro per l'Arte Contemporanea Pecci, Prato
Centro Pecci, Prato

Quando il freddo diventa incalzante non c'è niente di meglio che il tepore di un museo. Vagare circondati da opere d'arte, poi, è un balsamo per il cuore.

A partire da Firenze, Palazzo Strozzi ospita notevoli mostre con opere di artisti italiani e internazionali. Dai capolavori dei maestri del Rinascimento alle retrospettive sugli artisti contemporanei, le mostre di Palazzo Strozzi soddisferanno sicuramente la tua fame di bellezza e cultura. Inoltre, se visiti Palazzo Strozzi non dimenticare di fare tappa al Centro di Cultura Contemporanea Strozzina che fa parte del complesso.

A Firenze puoi visitare anche il Museo Novecento, dedicato all'arte italiana del XX secolo. Offre una selezione di centinaia di opere dislocate in 15 diverse aree, tra collezioni permanenti e mostre temporanee di grande interesse. Il museo si trova nell'antico Spedale di San Paolo in Piazza Santa Maria Novella.

Se ami il contemporaneo, a poca distanza da Firenze, a Prato, il Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci è un must. Riaperto nel 2016 dopo un periodo di grandi lavori di ristrutturazione ad opera dell'architetto olandese Maurice Nio, presenta un'estensione ultramoderna all'edificio originale. Il Centro Pecci custodisce una collezione di oltre opere d'arte da tutto il mondo e ospita importanti mostre temporanee.

Il nostro tour potrebbe durare ancora a lungo, ma per il momento, come ultima tappa, ti consigliamo Pisa, con il suo Palazzo Blu. Questa sede, situata lungo i Lungarni a pochi metri dal Ponte di Mezzo, ospita periodicamente bellissime mostre temporanee. Escher, Dalì, Modigliani e Andy Warhol sono solo alcuni dei famosi artisti che hanno arricchito le sale del palazzo e allietato i visitatori.

Se hai bisogno di altre idee per la tua vacanza, dai un'occhiata al nostro articolo sui mercatini di Natale in Toscana.

Nei dintorni

Luoghi da non perdere, percorsi tappa per tappa, eventi e suggerimenti per il tuo viaggio
Eventi • 26 risultati
Idee • 210 risultati
Itinerari • 63 risultati
Diari di viaggio • 2 risultati