Skip to content
Vigneti lungo la Via Francigena

5 modi per gustare San Miniato

Idee e attività per scoprire i sapori tipici di San Miniato e godersi le sue colline

San Miniato è uno splendido borgo collinare situato lungo il fiume Arno, a metà strada tra Firenze e Pisa. Come probabilmente saprai, è famoso in tutto il mondo per il suo tartufo bianco ed è una delle mete più visitate della Toscana durante la Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco, che si tiene a novembre. In realtà, San Miniato può essere apprezzata tutto l'anno, specialmente dagli amanti del vino e del tartufo. Ecco 5 consigli gastronomici per godersi al meglio questo gioiello (e le sue splendide colline).

Elenco contenuti
  • 1.
    Caccia al tartufo!
  • 2.
    Lezione di cucina (con tartufi)
  • 3.
    Visita la macelleria storica
  • 4.
    Degustazione di vino lungo la Via Francigena
  • 5.
    Una cena speciale!
1.

Caccia al tartufo!

A caccia di tartufi in Toscana
A caccia di tartufi in Toscana

A San Miniato il famoso tartufo bianco viene raccolto da settembre a dicembre, ma in realtà puoi trovare tartufi tutto l'anno: da novembre a marzo puoi trovare il tartufo nero; da gennaio ad aprile la varietà "marzuolo"; mentre "scorzone" è il nome del tartufo estivo.

Per andare a caccia di tartufi, i tartufai vengono aiutati da un cane addestrato e da un "vanghetto", uno strumento speciale simile a una piccola pala. Fin da cuccioli, i cani da tartufo vengono addestrati a trovare il prezioso fungo. Sono ben ricompensati quando scoprono un tartufo, così imparano a non mangiarlo.

La caccia al tartufo è un'antica tradizione in Toscana, non è un lavoro ma una passione, e richiede solo una regola: il rispetto per la natura.

1.

Lezione di cucina (con tartufi)

Dalla pasta ai dolci, impara a preparare piatti deliziosi con il tartufo fresco e goditi un gustoso pranzo con la famiglia e gli amici. Dopo una mattinata di "caccia" nel bosco, puoi partecipare a un'interessante lezione di cucina. La cosa essenziale da tenere a mente? Il tartufo (non importa quale tipo) deve essere fresco!

1.

Visita la macelleria storica

Macelleria Falaschi a San Miniato
Macelleria Falaschi a San Miniato

Se visiti il ​​centro storico di San Miniato non dimenticarti di fermarti nella macelleria Falaschi. Dal 1925 producono salumi di alta qualità seguendo le stesse regole e metodi di preparazione tramandati di generazione in generazione. I loro prodotti sono esclusivamente fatti a mano con carne di maiali allevati nelle fattorie locali.

1.

Degustazione di vino lungo la Via Francigena

Torre di Federico II a San Miniato
Torre di Federico II a San Miniato - Credit: Alejandro Benito

La famosa Via Francigena attraversa le colline dove vengono prodotti i vini rossi, bianchi e il Vin Santo di San Miniato. Tra i prodotti locali si può trovare un vino molto speciale fatto con Tempranillo: un vitigno nero spagnolo coltivato per produrre vini rossi corposi.

In epoca medievale, la Francigena era la principale strada di collegamento tra l'Europa settentrionale e Roma. San Miniato era quindi un importante luogo religioso e sede vescovile. Alcuni sacerdoti avevano il compito di sorvegliare anche le attività agricole. 

1.

Una cena speciale!

San Miniato vanta eccellenti produttori di cibo e rinomati chef, quindi ti suggeriamo di fermarti in uno dei tanti ristoranti della città per assaggiare alcune specialità locali.

Dai un'occhiata al sito di Vetrina Toscana per trovare i migliori ristoranti di San Miniato: vetrina.toscana.it

Nei dintorni

Luoghi da non perdere, percorsi tappa per tappa, eventi e suggerimenti per il tuo viaggio
Eventi • 7 risultati
Idee • 112 risultati
Itinerari • 35 risultati
Diari di viaggio • 1 risultati