A spasso tra le ville e i giardini più belli della Lucchesia

Un viaggio affascinante tra alcune delle delle dimore d'epoca più belle d'Italia

Per chi ama immergersi nel verde senza rinunciare alla storia, la meta ideale sono le meravigliose ville della Lucchesia con i loro giardini. Circondate dalle colline, questi veri e propri palazzi di campagna vennero costruiti da ricchi mercanti lucchesi dal XV secolo in poi e rappresentano un patrimonio importante della storia italiana.

Iniziamo il nostro itinerario da Villa Reale di Marlia, che fu la residenza di Elisa Baciocchi, sorella di Napoleone e sovrana prima di Lucca e poi di tutta la Toscana: qui si può ammirare lo splendido giardino del XVII secolo, con il Viale delle Camelie, il Giardino dei limoni e un Teatro d'Acqua che si estende intorno alla grande vasca semicircolare ornata da rocce, getti d'acqua, cascate e statue di divinità. Nel parco si trova anche il Teatro di Verzura, del 1652, costituito da siepi di tasso che delimitano i sedili in pietra disposti a semicerchio e a dividere il palcoscenico dal pubblico, una cortina verde e una sequenza di sfere di verzura simili a luci: qui suonò anche Niccolò Paganini, invitato più volte da Elisa.

Il Parco di Villa Reale
Il Parco di Villa Reale
Villa Mansi
Villa Mansi

Villa Mansi  si trova a Segromigno in Monte, sempre nel comune di Capannori, e spicca per la sua architettura elegante e raffinata, che si staglia sullo sfondo del giardino all’inglese tra i volumi di grandi alberature che costeggiano il prato. Il piano nobile è un susseguirsi di sale comunicanti affacciate sul salone centrale e affrescate dal lucchese Stefano Tofanelli.

A San Pancrazio, vicino Lucca, si può visitare Villa Oliva Buonvisi, risalente al Cinquecento, con uno splendido parco che si estende per ben cinque ettari, ed è caratterizzato da vari giochi d'acqua e cascatelle, bassorilievi e statue.

Sempre a San Pancrazio troviamo Villa Grabau, costruita nel Cinquecento dalla famiglia di mercanti lucchesi Diodati, sulle rovine di un borgo medievale. I proprietari modificarono la villa fino a trasformarne gli originali caratteri gotici nelle attuali fattezze neoclassiche. Il parco circostante ospita un bellissimo giardino all'inglese e uno all'italiana, di forma ovale, con fontane e un centinaio di limonaie in terracotta con gli stemmi delle nobili famiglie.

Villa Grabau
Villa Grabau

A Camigliano, vicino Capannori, si può ammirare Villa Torrigiani, una lussuosa costruzione cinquecentesca in stile barocco toscano, con giardini fioriti ricchi di camelie e vasche d'acqua. La villa è come una piccola reggia, ispirata a Versailles, con il noteole il Giardino-Teatro di Flora, le cui grotte e gli spettacolari giochi d'acqua sono ancora funzionanti.

Info: villeepalazzilucchesi.it

Cover image credit: Villa Grabau

&
Toscana romantica