fb track
Villa Garzoni, Collodi
Photo ©Shutterstock / Federico Photos

Idee originali per una gita nella natura, tra orti botanici, parchi e paesaggi verdi

Ville e giardini per una passeggiata indimenticabile in Toscana

Trekking&Outdoor by Trekking&Outdoor

I giardini storici della Toscana rappresentano location ideali per piacevoli passeggiate, lo straordinario binomio tra architettura, arte e ambiente li rende unici nel loro genere. La natura abbraccia ville, parchi e giardini che, con i loro gioielli artistici, definiscono le grandi architetture del Rinascimento, i fasti seicenteschi, il romanticismo del XIX secolo, fino ai giorni nostri. Andiamo con ordine e visitiamo a piedi alcuni di questi paradisi, parte irrinunciabile dell’immagine e della storia delle province toscane.

Firenze e dintorni

A Firenze, il Giardino Boboli rappresenta uno dei migliori esempi esistenti di giardino all’italiana del XVI secolo, modello per molte corti europee. Qui il visitatore può percorrere una serie di terrazze, viali e sentieri, fin sulla collina dove s’incontra una collezione rara di sculture che vanno dall’antichità romana al XVII secolo. Meta di tanti ciclisti, podisti e cittadini in cerca di verde e aria salubre, il Parco delle Cascine costeggia la riva destra dell’Arno.

Sempre a Firenze, il Parco del Museo Stibbert ospita monumenti, fontane, sculture e una serie di vialetti che salgono e scendono nel mezzo di una vegetazione ad alto fusto, lungo percorsi didattici per scolaresche. Ideali per passeggiare sono i giardini botanici, come il Giardino dell’Iris, dove a maggio è un tripudio di gigli, simbolo di Firenze, e il Giardino dei Semplici, il terzo più antico in Europa, progettato nel 1545 per ordine di Cosimo dei Medici.

In fortunata posizione panoramica su Firenze segnaliamo Villa Medicea di Castello, con un bellissimo giardino a terrazze sovrapposte, e una delle ville medicee più celebrate: Villa La Petraia.

In un continuo definirsi di spazi aperti, architetture, boschi e campagne coltivate, non possiamo non menzionare Villa Gamberaia, vicino a Firenze, e Villa Torre a Cona, presso Rignano sull’Arno. A Pratolino-Vaglia, Villa Demidoff ospita opere di grandi artisti, la più spettacolare delle quali è il Colosso dell’Appennino, una figura mitologica posta a protezione del parco.

Terre di Siena e Valdichiana
Il giardino rinascimentale italiano del Palazzo Piccolomini, Pienza
Il giardino rinascimentale italiano del Palazzo Piccolomini, Pienza - Credit: Shutterstock / Laura Facchini

Nel Senese, dolci colline e filari di vite incorniciano Villa Geggiano, una residenza nobiliare con il giardino e il settecentesco teatro di verzura, dove Vittorio Alfieri alla fine del Settecento recitò una delle sue tragedie. Splendida la vista verso Siena. Sempre a Castelnuovo Berardenga, l’immenso parco di Villa Arceno invita alla passeggiata tra laghetti, fontane e templi circondati da alberi secolari.

A Vicobello, sul crinale si può ammirare uno dei migliori esempi di residenza rinascimentale senese, Villa Chigi, con il prestigioso “giardino dei limoni”; restando in tema, da non perdere il “giardino degli agrumi” di Villa Cetinale, presso Sovicille.

Luogo d’incontro tra architettura e natura sono il giardino pensile di Palazzo Piccolomini (Pienza) e il giardino formale inferiore di Villa La Foce, dei Marchesi Antonio e Iris Origo. In Valdichiana, vicino a Cortona, il maestoso parco-giardino di Villa Tommasi Aliotti suggerisce piacevoli passeggiate tra grotte, fontane, pozzi, sculture, busti e piante secolari importanti per l’alto interesse naturalistico e scientifico.

Arte contemporanea open air
Il Giardino dei Tarocchi, creato da Niki de Saint Phalle
Il Giardino dei Tarocchi, creato da Niki de Saint Phalle - Credit: Shutterstock / Valerio Mei

Perfettamente inserito nel paesaggio collinare della Maremma grossetana, il Giardino dei Tarocchi è un parco artistico ideato dall’artista francese Niki de Saint Phalle, con enormi figure ispirate ai 22 Arcani Maggiori dei Tarocchi. Installazioni di artisti contemporanei sono ospitate nel parco romantico di Villa Celle, in provincia di Pistoia, e nel Giardino dell’artista svizzero Daniel Spoerri, custode di 80 opere d’arte contemporanea osservabili lungo il percorso botanico.

Valdinievole, Monti Pisani e Lucchesia
Villa Garzoni, Collodi
Villa Garzoni, Collodi - Credit: Shutterstock / Federico Photos

Viaggiando nella provincia di Pistoia non si può rinunciare alla scenografica sistemazione a terrazzamenti di Villa Garzoni, a Collodi, sintesi perfetta tra la geometricità del Rinascimento e la spettacolarità del Barocco. A Scornio, nel parco di Villa Puccini, l’acqua assolve a un compito importante, rispettando il gusto romantico di metà Ottocento.

Ai piedi dei Monti Pisani, nella quiete della campagna, Villa Roncioni e il suo parco furono testimoni dell’amore tra Ugo Foscolo e Isabella Roncioni, immortalata dal poeta nel personaggio di Teresa delle Ultime lettere di Jacopo Ortis. A Massa, il giardino simmetrico e in asse alla facciata di Villa Malaspina, è caratterizzato da aiuole in bosso e da una grande vasca in pietra con ninfee poste al centro del giardino.

In provincia di Lucca, Elisa Baciocchi Bonaparte, sorella di Napoleone, fu la principale artefice del grandioso complesso di Villa Reale di Marlia, che annovera gli splendidi giardini Orsetti del XVII secolo. La villa ospitò illustri personaggi, come il violinista Paganini, l’artista americano John Singer Sargent, esponenti delle Case Reali di tutta Europa. Da non perdere Villa Cenami Mansi, circondata da uno splendido giardino, Villa Santini Torrigiani, una delle residenze aristocratiche più lussuose e scenografiche della lucchesia, e Palazzo Contorni Pfanner, protagonista nei film de “Il marchese del Grillo” e “Arrivano i bersaglieri”.

Arcipelago Toscano
Il Forte Stella e la Villa Napoleone, Portoferraio, Isola d'Elba
Il Forte Stella e la Villa Napoleone, Portoferraio, Isola d'Elba - Credit: Shutterstock / Luciano Mortula

Salpiamo ora via mare, direzione Isola d’Elba, dove si racconta che Paolina, sorella di Napoleone, sognasse di racchiudere le sensuali fragranze odorose dell'isola in un profumo migliore di quelli che riceveva da Parigi. Probabilmente fu ispirata anche dalla serenità trasmessa dal giardino della Palazzina dei Mulini, a Portoferraio, da dove si gode una splendida vista verso la costa toscana.

&
Famiglie e bambini