fb track
Vaglia
Photo ©paolo giusti

Vaglia

All'ombra del Colosso in uno splendido giardino all'inglese

Leggi la storia Vaglia su logo toscana ovunque bella Vaglia - Alchimia e Magia al tempo dei Medici - Toscana Ovunque Bella Vaglia Alchimia e Magia al tempo dei Medici Il percorso di Francesco I de’ Medici a Vaglia: dal Monte Senario al Parco di Pratolino in un percorso tra alchimia e magiaLeggi la storia

Vaglia è nota per lo splendido Parco di Pratolino di Villa Demidoff, nata sui resti dell’antica Villa Medicea di Pratolino, demolita nel 1822. Una volta acquistata la tenuta, la famiglia di origine russa dei Demidoff adibì a nuova villa quello che era il vecchio edificio delle paggerie, ingrandendolo e ristrutturandolo. Il parco, seppur ampiamente modificato e spogliato nel corso dei secoli, è uno dei più belli di tutta la Toscana, e probabilmente il più significativo tra quelli all’inglese. Nel giardino spicca il celeberrimo Colosso dell’Appennino del Giambologna, una statua colossale che domina un laghetto e che non manca di provocare stupore e suggestione in chi abbia occasione di ammirarla – ed è proprio il caso di farlo, considerando che oltretutto l’accesso al parco di Pratolino è gratuito!

A Vaglia sono da visitare anche la Chiesa di San Pietro (la cui presenza era già segnalata in un documento del 983), in cui sono custoditi alcuni pregevoli dipinti seicenteschi; la chiesa medievale di San Romolo, e l’antica pieve dedicata a San Cresci. Inoltre la cittadina è una tappa del percorso dell’Anello del Rinascimento, un tracciato notevole dal punto di vista paesaggistico.

Il territorio di Vaglia fu abitato da tempi remoti: vi furono insediamenti della tribù ligure dei Magelli e degli etruschi, prima della dominazione romana. In epoca medievale nacquero dei villaggi che ruotavano attorno alle prime pievi, come quella di San Pietro, ed è proprio a partire da allora che iniziò a costituirsi la struttura urbana che si è mantenuta sino a oggi. Il territorio, governato sino al XIV secolo da un vescovo, con la formazione dei comuni passò a Firenze e venne inserito nel quartiere di Santa Maria Novella, e compreso sotto la Lega di Tagliaferro insieme a paesi limitrofi come San Piero a Sieve. Appena un secolo dopo, nel 1551, la Lega venne aggregata al vicariato di Scarperia e così restò per quattro secoli, sino a quando nei primi anni del XIX secolo si instaurò nella zona un governo francese. Dal XVI secolo le sorti di Vaglia seguirono quelle delle grandi famiglie che regnarono a Firenze, inclusi i Medici.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Vaglia
&
Il territorio
Paesaggio Via degli Dei tra Firenze e Bivigliano

Firenze e Area Fiorentina

Intorno a Firenze un patrimonio fatto di ville, castelli, boschi incantati e colline
La potenza dell’arte e la vitalità della cultura di Firenze, da tempi lontani, hanno un’energia tale da espandersi con forza pressoché in tutta la Toscana. ...
Approfondiscikeyboard_backspace