Monstespertoli

Montespertoli

Gioiello medievale nella tipica campagna toscana

Leggi la storia Montespertoli su logo toscana ovunque bella Montespertoli Dolci colline modellate da mani sapienti Terra di vini e di castelli, di arte e musica, di olio e grano, di tradizione e innovazione.Leggi la storia
Il territorio dell'odierno Comune di Montespertoli ebbe in passato, sicuramente già in epoca etrusca, un ruolo di rilievo per il suo assetto viario che permetteva a Firenze di svolgere i suoi commerci in direzione di Volterra e Siena tramite la Via Volterrana che attraversava praticamente da nord a sud il territorio di Montespertoli e si collegava con la Via Francigena all'altezza di Certaldo. Gli insediamenti della nobiltà si sono distribuiti fin dall'Alto Medio Evo lungo questa strada: fra i più significativi era il Castello degli Ormanni presso Montegufoni, distrutto nel 1135 da Firenze.

Il paese di Montespertoli, di origine miedioevale, ebbe la sua prima chiesa all'interno del Castello dei signori di Montespertoli; la Chiesa di Sant'Andrea fu costruita nell'odierna Piazza Machiavelli solo agli inizi del Cinquecento e riedificata alla metà del secolo scorso dopo le distruzioni subite nella Seconda Guerra Mondiale.

La Pieve di San Piero in Mercato e il borgo di Lucardo rappresentano i centri più antichi del territorio di Montespertoli, di origine alto medioevale. L'edificio di chiare forme romaniche, nel corso dei secoli dal XIV al XVII fu a capo della omonima Lega, nata dalla unione dei Pivieri di San Piero in Mercato, San Pancrazio e Coeli-Aula, nonchè sede del Podestà.

Il Santuario di S. Maria della Pace appartenente al Convento di Bottinaccio fu costruito nel XVI secolo; ampliato negli anni successivi fino a raggiungere le dimensioni attuali, fu ceduto ai frati dell'Osservanza di San Francesco che rimasero in questo luogo, custodi, fino all'invasione francese avvenuta nel primo decennio del XIX secolo. Nella Cappella si conservano affreschi eseguiti intorno al 1600.

Il territorio di Montespertoli è costellato di numerose testimonianze dell'architettura medievale che si mostra nei borghi, nelle chiese e nei superstiti castelli di Botinaccio e Poppiano, appartenente fin dalle origini alla famiglia dei Guicciardini.

Infine valgono assolutamente una visita il Museo d'arte sacra e il Museo del Vino per chi vuole conoscere più da vicino il prodotto principe della Toscana. Un percorso che illustra tutte le fasi della produzione del vino e che offre un centro didattico per toccare con mano questa tradizione. Non dimenticate di percorrere la Strada del vino di Montespertoli.
&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Montespertoli
people
Le voci della rete
&
Il territorio
Valdelsa

Empolese Valdelsa

Sulle tracce di una Toscana "del cuore"
Per la sua posizione geografica, centrale nel contesto della Toscana ed in riferimento a città d'arte di primo piano, da Firenze a Siena, a Pisa, a Lucca, a San Gimignano e a Volterra, il ...
Approfondiscikeyboard_backspace