Museo della Vite e del Vino di Montespertoli
account_balanceMusei

Museo della Vite e del Vino di Montespertoli

Un'esposizione che documenta le tradizioni e la cultura vinicola del Chianti

Montespertoli

Il museo della vite e del vino fa parte del Centro della cultura del vino I Lecci, che comprende anche un Centro Congressi, aule per uso didattico e ambienti per eventi culturali e commerciali. Il museo raccoglie le testimonianze della cultura del prodotto principe del territorio, il vino, attraverso un percorso di ricerca che illustra, oltre alle fasi della produzione (dalla raccolta delle uve fino alla vinificazione e all'imbottigliamento) il valore della tradizione che si lega al fascino della terra e della sua coltivazione. Il centro accoglie inoltre un'Enoteca dove si possono degustare i piatti della tradizione toscana.


 Al pian terreno l'allestimento museale interagisce con gli altri spazi del centro quali gli uffici e la sala didattica ed è costituito, prevalentemente da pannelli: l'allestimento del Museo è il continuo confronto tra presente e passato. La grande gigantografia che ritrae la stessa casa colonica fotografata negli anni Venti e, successivamente, nel 2003 è la prova di come il presente contenga un passato che, nel corso del tempo, si è trasformato nelle strutture e nelle funzioni. Ancora foto storiche di Montespertoli a confronto con l'aspetto attuale del Paese.

Al primo piano del Museo, s'incontra un primo spazio dedicato alla mezzadria, omaggio al sistema di produzione che per molti secoli ha dominato questi territori, il percorso prosegue affrontando il tema dei suoli e dei vitigni posti uno di fronte all'altro per segnalarne la contiguità. A questa sezione segue quella dedicata al ciclo colturale della vite: sulle pareti sono riprodotte immagini storiche che mostrano le varie fasi della coltivazione della vite affiancate alle immagini della moderna vendemmia, sulla pedana sono esposti i diversi strumenti della lavorazione. Di fronte alcune vetrine con i diversi tipi di malattia della vite che, a partire dalla metà dell'Ottocento, si sono man mano propagate cambiando le caratteristiche dei vitigni toscani. Dietro il pannello, in un settore separato dal precedente, vengono rappresentati due spazi tipici della vinificazione: la tinaia e la cantina.I due ambienti si sviluppano in continuità, come avveniva verosimilmente all'interno delle fattorie. Al centro, su una grossa pedana, si trovano i principali strumenti della vinificazione. Lungo le pareti si trovano ancora delle nicchie che illustrano aspetti specifici come, per esempio, la pulitura dei tini, la produzione del Vin Santo e dell'Aceto. Nello spazio successivo viene sviluppato il tema della simbologia del vino, la costruzione dei rivestimenti in paglia dei fiaschi, l'annullo postale in occasione della Festa del Vino di Montespertoli. Al termine dell'allestimento si apre ancora uno spazio dedicato al Laboratorio dei Sensi che mira a far riconoscere, attraverso i sensi, i rumori, gli odori e i sapori legati al vino

La sezione didattica propone laboratori per le scuole, con la prospettiva futura di allargare l’offerta formativa anche agli adulti, agli insegnanti e alle famiglie, mediante la creazione di percorsi ad hoc: visite guidate e a tema, laboratori sperimentali e creativi, corsi di formazione ed aggiornamento.



Orario:
Dal 1 ottobre al 31 maggio: sabato ore 15.30-18.30, domenica ore 10,30-12,30 e dalle 15,30 alle 18,30;
da giugno a ottobre:dal giovedì, al lunedì ore 10-13 e 16-19.30.

Chiuso a Natale, Capodanno, Pasqua, 1 maggio, 15 agosto.


Prezzo:
2,50 €; ridotto per minori di 14 anni e anziani oltre 65 anni 1,50 €; gratuito per invalidi e bambini sotto 6 anni. Biglietto cumulativo con museo di arte sacra 4,00 €.


Accesso handicap:
Si

Contatti:
via Lucardese 74
MONTESPERTOLI (FIRENZE)
Telefono: 0571 606068
E-mail: info@lecciculturadelvino.it
http://www.lecciculturadelvino.it
 

Montespertoli
Gioiello medievale nella tipica campagna toscana
Il territorio dell'odierno Comune di Montespertoli ebbe in passato, sicuramente già in epoca etrusca, un ruolo di rilievo per il suo assetto viario che permetteva a Firenze di svolgere i suoi commerci in direzione di Volterra e Siena tramite la Via Volterrana che attraversava praticamente da nord a sud il territorio di Montespertoli e si collegava con la Via Francigena all'altezza di Certaldo. ...
Approfondiscikeyboard_backspace