fb track
Monsummano Terme

Monsummano Terme

nella Valdinievole un connubio di relax, storia e cultura

Leggi la storia Monsummano Terme su logo toscana ovunque bella Monsummano Terme - Monsummano terme: l’ottava meraviglia del mondo - Toscana Ovunque Bella Monsummano Terme Monsummano terme: l’ottava meraviglia del mondo Alla scoperta di acque terapeutiche e di miracolosi eventi.Leggi la storia

Monsummano è certamente nota per le sue preziose fonti termali, alimentate da calde acque che consentono bagni benefici e rilassanti. La particolarità che contraddistingue questo luogo di relax, è la grotta Giusti, una galleria sotterranea custodita in un parco secolare e tanto meravigliosa da essere stata definita, dal maestro Giuseppe Verdi, come l’ottava meraviglia del mondo.

Molto amata dai Medici, Monsummano deve a questa famiglia più di una caratteristica, a partire dall’alto Montevettolini. Questo borgo, nato come antica fortificazione medievale, era il luogo preferito per le loro battute di caccia e le dimore patrizie che vediamo oggi risalgono proprio a quel periodo. Salire quassù è d’obbligo se si vuole ammirare un panorama che abbraccia tutta la valle.

Un’altra opera voluta dai Medici, in particolare dal Granduca Ferdinando I, fu il Santuario dedicato alla Madonna della Fontenuova, sorto ammantato da storie miracolose. Secondo la leggenda, infatti, una giovane pastorella fu aiutata dalla Vergine a ritrovare il gregge perso poco prima e, in seguito a questo fatto, numerose furono le altre apparizioni che seguirono e che suscitarono l’interesse di molti devoti. Oggi a raccontare le origini del Santuario ci sono le quattordici lunette del Seicento affrescate nel loggiato. 

Proprio per agevolare la sosta di questi religiosi viandanti, i Medici si occuparono di costruire, nella piazza principale, l’Osteria dei Pellegrini. Oggi l’edificio è diventato sede del Museo della Città e del Territorio, un museo che riflette la vita degli abitanti di Monsummano e della Valdinievole, passando per le trasformazioni del paesaggio legate alla bonifica del Padule di Fucecchio.

L’offerta museale continua con l’ottocentesca villa Martini, che si incontra salendo verso il castello. La villa, che già di per sé potrebbe considerarsi un incantevole museo con i suoi soffitti decorati e il suo pregiato parco, è sede del Museo di Arte Contemporanea e del Novecento.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Monsummano Terme