Terrazza Mascagni al tramonto

Pedalando sul lungomare di Livorno

Una città a misura di bicicletta

Metti una bella giornata di sole in riva al mare con la famiglia: una gita in bicicletta è l'ideale per stare all'aria aperta e respirare la brezza del mare. La città portuale è viva e offre decine di intrattenimenti.

L’itinerario si può effettuare anche con bambini al seguito in quanto gran parte si svolge su percorso pedonale e ciclabile.
Prima tappa
Dalla rotonda di Ardenza
Casini d'Ardenza, Livorno - Credit: Lucarelli

Lasciata l’auto al parcheggio della Rotonda si segue il percorso più vicino al mare (alla nostra sinistra). Sulla destra si nota la costruzione semicircolare dei Casini di Ardenza (1845), “residences ottocenteschi” fatti costruire da signori livornesi per le loro vacanze. Ben presto, nei pressi della Baracchina Rossa, si imbocca la stradina bianca che si affaccia sul porticciolo dell’Ardenza.

Seconda tappa
Passeggiata sul lungomare
Chiesa di San Jacopo in Acquaviva - Credit: Alessandro

Dopo circa 1 km si passa nei pressi dell’ippodromo Federico Caprilli e poi si prosegue costeggiando il muro di cinta dell’Accademia Navale (1877 - 1881), sulla sinistra, mentre a destra tipiche ville in stile Liberty annunciano l’ingresso in città che avviene formalmente oltrepassando la Barriera Margherita (1890), porta meridionale di Livorno. Oltre l’Accademia Navale comincia la ciclabile asfaltata verso il centro città e si costeggia la piazza San Jacopo in Acquaviva con l’omonima chiesa in stupenda posizione sul mare; nella piazza si può anche fare una sosta con spuntino e giornale alla Baracchina Bianca: uno sguardo sul mare e una visita alla chiesa di San Jacopo: la cripta è uno dei pochi monumenti veramente antichi (IV sec.) della città.

Terza tappa
Verso il centro storico
La Fortezza Medicea di Livorno
La Fortezza Medicea di Livorno - Credit: Serena Puosi

In breve, passando nei pressi degli ottocenteschi Bagni Pancaldi, si raggiunge la Terrazza Mascagni (2,7 km), magnifico spazio aperto verso il mare, ideale per una sosta. Dopo 1 km si arriva nei pressi dei cantieri Orlando che segnano l’inizio della zona portuale. Si continua costeggiando il muro, poi attraversando il parcheggio antistante i cantieri fino a piazza Mazzini. Si torna sulla via principale e al semaforo si prosegue dritti oltrepassando il Fosso Reale e raggiungendo il monumento ai Quattro Mori. Ormai a due passi dalla Darsena Vecchia e la Fortezza Vecchia (sulla sinistra) si procede fino all’incrocio con via San Giovanni dove si piega a destra. Passati davanti alla chiesa di San Giovanni (XVII sec.) si arriva nella piazza del Municipio.

&
Arte e Cultura