fb track
Il Monte Amiata
Photo ©Photo Graphic Studio

Autunno sul Monte Amiata: castagne, funghi e sapori in festa

Tanti appuntamenti dedicati ai prodotti tipici raccolti nella rassegna AmiatAutunno

L’autunno è nell’aria e sulle montagne il verde dei boschi ha ceduto il posto a innumerevoli sfumature di giallo, rosso e arancione. E' il momento dei funghi e delle castagne e sul Monte Amiata anche delle feste dedicate ai prodotti autunnali, al profumo delle caldarroste e dei porcini.
La rassegna AmiatAutunno mette insieme tutti gli appuntamenti enogastronomici che da fine settembre ai primi di novembre animano i borghi dell'Amiata.

Le castagne dell’Amiata
Le castagne dell’Amiata - Credit: Shutterstock.com / Andrelix

Il Crastatone di Piancastagnaio è la più antica manifestazione dell'Amiata dedicata alle castagne e si tiene tra fine ottobre e inizio novembre. La “crastata“ è la parola che dà il nome alla festa ed in dialetto rappresenta la caldarrosta. All’interno delle mura della possente Rocca Aldobrandesca, le quattro contrade allestiscono stand con prodotti tipici a base di castagne, senza dimenticare l'olio e il vino novello, altri protagonisti della festa.

A Vivo d’Orcia si tiene invece la Festa del Fungo e della Castagna, dove assaggiare piatto come i porcini fritti o dolci alle castagnae, acquistare marmellate e caldarroste e assistere al Palio del Boscaiolo tra le due contrade del borgo.
Da non perdere a ottobre ad Arcidosso la Castagna in Festa, con le cantine aperte dove degustare prodotti tipici, musica, balli e rievocazioni storiche.
Anche Santa Fiora celebra la sua Sagra del Marrone, con stand dove assaggiare le delizie locali, mentre a Castell'Azzara si tiene "Zucche in festa", dove le protagoniste sono le ricette della tradizione a base di zucca.

Abbadia San Salvatore
Abbadia San Salvatore - Credit: Shutterstock.com / ermess

Il secondo e il terzo weekend d'ottobre ad Abbadia San Salvatore si tiene la Festa d’Autunno. Protagonisti sono i frutti del bosco, dalle castagne ai funghi, con tanti stand nelle vie del centro storico dove degustare le ricette tipiche dell'Amiata, le caldarroste e la polenta. In programma anche escursioni guidate al Museo Minerario, sui sentieri di montagna e a raccogliere funghi, ma anche spettacoli, musica e mercatini di artigianato locale. Un 'occasione unica per scoprire l'antico borgo e le sue tradizioni.

Il castagnaccio
Il castagnaccio - Credit: Shutterstock / Quanthem

Da non perdere l'ultima domenica d'ottobre la Festa del Marrone a Campiglia d'Orcia, nel comune di Castiglione d'Orcia, rganizzata dai tre rioni del borgo con menu a base di prodotti dell'Amiata, dal cinghiale in umido alle crostate di castagne, e personaggi in costume d'epoca che raccontano antiche leggende e stornelli. Ogni rione ha il proprio ristorante e il visitatore può votare quello dove ha mangiato meglio: il vincitore si aggiudicherà così la coppa della festa.

&
Scopri questa zona turistica
Monte Amiata
Terra ibrida e complessa, compresa tra la Val d’Orcia e la Maremma del sud, l’Amiata è un centro di vita e di culture. ...
Scopri Monte Amiatakeyboard_backspace
Monte Amiata