Piombino, faro di piazza Bovio

Piombino

Dall'archeologia al diving, tra spiagge e oasi naturali tante le idee per una vacanza unica

Leggi la storia Piombino su logo toscana ovunque bella Piombino Da Firenze a Piombino, alla scoperta della Venere La storia di Simonetta Cattaneo, musa ispiratrice di Botticelli tra la prua di piazza Bovio e l’azzurro del mare a Piombino.Leggi la storia

Protesa nel mare su un suggestivo promontorio di fronte alle isole dell’Arcipelago Toscano, ricca di storia e di ambienti naturali salvaguardati e protetti, Piombino è una delle più principali località della Costa degli Etruschi. Di antichissima fondazione – il primo nucleo è addirittura di epoca preistorica – Piombino conserva, analogamente al tratto di costa in cui si estende il territorio comunale, significative testimonianze archeologiche. Anticamente conosciuta prima come porto di Falesia, Piombino ebbe in seguito un proprio Principato governato prima dagli Appiani e quindi, agli inizi dell’800, da Elisa Bonaparte, sorella di Napoleone.

Il suo centro storico, protetto in parte da una bella cinta muraria, conserva numerose testimonianze di epoca medievale e rinascimentale. Tra i monumenti più significativi gli occhi del visitatore saranno attratti almeno dal Torrione, dal Rivellino, dalle Fonti di Marina, dove si approvvigionavano le navi, la trecentesca e bella Casa delle Bifore, e poi le chiese, tra cui sono da ricordare almeno la Concattedrale di Sant’Antimo, la Cappella della Cittadella e la Chiesa dell’Immacolata. Risale poi al 1800 il Palazzo Nuovo, all’interno della Cittadella fortificata progettata col contributo di Leonardo da Vinci, sede inoltre del Museo Archeologico del Territorio di Populonia, principale polo espositivo del sistema dei Parchi della Val di Cornia, che ospita oltre 2.000 reperti di epoca preistorica, etrusca e romana. Dei vicoli lastricati conducono all’imponente Castello sede del Museo del Castello e delle ceramiche medievali di Piombino, splendida costruzione il cui nucleo originario risale al 1200. Da Piazza Bovio, su cui si affaccia Palazzo Appiani, lo sguardo abbraccia la costa e le isole dell'Arcipelago.

Piombino è il punto di partenza ideale per scoprire la Costa degli Etruschi, da qui si arriva in poco tempo al Parco Archeologico di Baratti e Populonia, così come alla bella spiaggia dello stesso Golfo di Baratti, alla Buca delle Fate, alla Spiaggia Lunga e a quelle di Cala Moresca, Cala Perelli e Torre Mozza, tratti di costa noti per la loro bellezza incontaminata. Nel territorio comunale di Piombino spiagge di sabbia e insenature rocciose si susseguono per oltre 30 chilometri, circondate dalle pinete e da una folta macchia mediterranea. I fondali variegati sono così interessanti da richiamare appassionati da tutta Italia. Questo tratto di costa è ben attrezzato per tutti gli sport marini, non mancano scuole di vela, surf e centri di diving per sub più o meno esperti.

Piombino è inoltre un importante scalo per i diportisti e per coloro che si recano nelle isole. Sulla costa est si trovano vari approdi interni in acque fluviali. Nel golfo di Salivoli si affaccia un nuovissimo porto turistico, ideale riparo per tutti i tipi di imbarcazioni. Il Centro di biologia marina ospita un Acquario Mediterraneo. Riotorto e Vignale sono due piccoli centri abitati situati in una posizione incantevole tra la collina e il mare, ricca di interminabili spiagge di sabbia chiara e fine e di fondali trasparenti. Lungo questo tratto di costa si trovano importanti aree naturalistiche, tra cui vale la pena ricordare il Parco di Punta Falcone, il Parco Costiero della Sterpaia, il Parco Naturale di Montioni e la Riserva Naturale WWF di Orti Bottagone, una suggestiva zona umida che si estende per circa 100 ettari ospitando due paludi: Bottagone, di acqua dolce, in cui prosperano il giglio d'acqua, il giunco e l’orchidea palustre; e Orti, salmastra, in cui è possibile avvistare numerose specie di uccelli, tra questi il falco di palude, il cavaliere d’Italia, l’airone rosso, l’airone bianco maggiore, il fenicottero rosa e il falco pescatore.

Cover image credit: raffaele sergi

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Piombino