fb track
Murlo
Photo ©mikeccross

Murlo

Un antico borgo dall’aspetto medievale ma dall’anima etrusca

Leggi la storia Murlo su logo toscana ovunque bella Murlo - Infinito etrusco - Toscana Ovunque Bella Murlo Infinito etrusco Tutto cambia, tutto rimane uguale a se stessoLeggi la storia

Il bel borgo di Murlo ci parla sin dal suo nome della sua natura, il latino murulus significa infatti “luogo murato”, e subito vengono in mente le belle mura in cotto che cingono il borgo, ma del resto – secondo altri – il toponimo potrebbe anche derivare dalla voce latina mus (“topo”), e non a caso si vedono diversi piccoli roditori rampanti affacciarsi dai più antichi stemmi comunali. Il caratteristico borgo medievale si trova in cima a una collina da cui si domina la valle del Crevole ricoperta di fitti boschi, in una posizione di confine tra la Val di Merse (a cui Murlo appartiene) e la zona delle Crete della Val d’Arbia; affacciandosi da una magnifica posizione sulla valle dell’Ombrone e sul colle di Montalcino.

La zona era abitata da tempi remotissimi, le origini del luogo sono infatti legate alla civiltà etrusca, come testimoniato dai ritrovamenti di Poggio Civitate e Poggio Aguzzo. Il Castello di Murlo, dalla tipica struttura di borgo fortificato, risale al XII secolo, quando fu centro principale del Feudo dei vescovi di Siena o Vescovado. La pianta del Castello che vediamo oggi dipende dalle trasformazioni avvenute alla fine del ‘500 dopo la caduta della Repubblica di Siena, e rivela la struttura dell’antica fortezza con le mura sovrastate da piccole abitazioni che circondano il Palazzo del Vescovo (oggi sede dell’interessante Museo Archeologico all’interno del quale è possibile ammirare il notevole Antiquarium etrusco di Civitate), l’edificio delle carceri e la cattedrale. Le porte di accesso al castello sono due.

Nei pressi di Murlo si trova Vescovado, un antico centro formatosi dalla fusione dei due villaggi di Andica e Tinoni, che all’inizio dell’800 erano ancora separati. Nella chiesa di Vescovado è conservato un dipinto di Benvenuto di Giovanni del 1475, raffigura una Madonna in trono con Santi.

Nell’incantevole paesaggio del territorio comunale è da segnalare la presenza di parte della Riserva Naturale del Basso Merse, fiume che accoglie nel suo alveo alcune specie ormai rarissime, come la lontra e alcuni tipi di anfibi. 

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Murlo
&
Il territorio
Asciano

Terre di Siena

Un paesaggio da cartolina imbevuto di tradizioni, storia e luoghi imperdibili
Le Terre di Siena sono l’insieme di campagne e territori che abbracciano Siena e che da sempre incantano i viaggiatori con la bellezza del loro paesaggio, proprio come avvenne ai tempi del Grand ...
Approfondiscikeyboard_backspace