Montelupo Fiorentino

Montelupo Fiorentino

Un viaggio nell'artigianato fra tradizione e innovazione

Leggi la storia Montelupo Fiorentino su logo toscana ovunque bella Montelupo Fiorentino Fra strade, cieli e fiumi Montelupo Fiorentino, un paese di fronte e attraverso. Dal Museo della Ceramica fino al castello.Leggi la storia
Il territorio del borgo si trova sopra un'area archeologica molto importante, qui sono stati ritrovati reperti che risalgono dalla preistoria fino agli etruschi e ai romani. Lo sviluppo della città si ha nel Medioevo con la costruzione del castello e con la specializzazione della produzione di ceramiche, una tradizione molto rinomata ancora fino ad oggi.

La ceramica ha sempre caratterizzato la vita di questo borgo che sorge nelle immediate vicinanze di Firenze. La ricchezza di legname e la presenza di due corsi d’acqua hanno favorito lo sviluppo di questa lavorazione sin da epoche molto antiche. Dalla seconda metà del XIII secolo a Montelupo si comincia a produrre la maiolica arcaica, ma è fra il 1450 e il 1530 che questa città conosce il suo periodo di massimo splendore.

Lo sviluppo produttivo e tecnologico attira nel corso del XV secolo importanti committenze; molte famiglie nobiliari fiorentine (Medici, Strozzi, Machiavelli, Canigiani, Frescobaldi, Pucci, etc.) indirizzano le loro commesse verso le fornaci locali o ricevono in dono maioliche di Montelupo.

Proprio a Montelupo verso gli anni ‘80 del Quattrocento si sviluppano ed elaborano i decori del Rinascimento. La maiolica di Montelupo raggiunge allora la sua massima espansione commerciale, diffondendosi ampiamente sia nel bacino del Mediterraneo (Grecia, Egitto, Marocco, Spagna e Francia), sia lungo le rotte mercantili atlantiche (Inghilterra meridionale, Olanda) che in paesi oltre oceano (ceramiche di Montelupo sono state trovate a Cuba ed in Virgina).

Nel 1600 inizia un lento declino della produzione ceramica che riprenderà solo nel 1911, con La Fanciullacci, storica fabbrica per cui hanno lavorato famosi artisti e designers. Ancora oggi la ceramica è per Montelupo tratto distintivo, un elemento che caratterizza la vita della comunità, la cultura, il turismo e l’economia.

Merita quindi una visita il Museo della ceramica, per un viaggio nei sette secoli della tradizione artigiana che tanto contraddistingue Montelupo, ma anche il museo archeologico, che ha sede presso la chiesa di S. Quirico e Lucia all'Ambrogiana e le aree archeologiche del territorio.

Nel centro storico si possono visitare anche la Torre dei Frescobaldi del XIV secolo, la Villa Medicea dell'Ambrogiana, con opere d'arte e decorazioni di prestigio, e la Chiesa di San Giovanni Evangelista.

Da non perdere è la Festa Internazionale della Ceramica: ogni anno la terza settimana di giugno la città di Montelupo ospita un evento che richiama appassionati e curiosi da tutta Italia e non solo. Pregiate esposizioni dedicate alla ceramica antica e moderna invadono i centri espositivi della città, per le strade pittori e tornianti danno sfoggio della loro maestria. Recentemente la manifestazione è diventata anche l’occasione per promuovere contatti commerciali con partner internazionali.

Cover image credit: TOB

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Montelupo Fiorentino
people
Le voci della rete
&
Il territorio
Valdelsa

Empolese Valdelsa

Sulle tracce di una Toscana "del cuore"
Per la sua posizione geografica, centrale nel contesto della Toscana ed in riferimento a città d'arte di primo piano, da Firenze a Siena, a Pisa, a Lucca, a San Gimignano e a Volterra, il ...
Approfondiscikeyboard_backspace