Collodi

Collodi

Un paese immerso nella magia di una delle fiabe più famose

Collodi, come tutti i paesi che si trovavano in una posizione geografica strategica, ha avuto una storia molto travagliata. La sua vicenda è segnata dalle vicissitudini della famiglia Garzoni, che mostra forti analogie con gli Uberti di Firenze. I Garzoni appartenevano ai Ghibellini e pertanto videro sempre come nemica la Guelfa Firenze. Così quando i fiorentini consolidarono il loro potere in Valdinievole (nel 1339), furono costretti a emigrare a Lucca, dove vennero accolti con benevolenza.

Per tutto il XIV secolo Collodi ebbe una vita intensa, partecipò alle battaglie di Montecatini (1315), di Altopascio (1325), al fallito tentativo di riprendere Pescia, e alle disastrose vicende della guerra fra Pisa e Firenze. La famiglia Garzoni dopo essere diventata lucchese conservò i suoi possedimenti a Collodi, a San Martino e a Sesto.

L’antico borgo, la cui esistenza è stata attestata a partire dalla fine del XII secolo, ha un’origine simile a quella di molti altri piccoli centri medievali: qui come altrove per ragioni prevalentemente militari la popolazione venne invitata a salire in collina, dove difendersi da eventuali attacchi sarebbe stato più semplice. Il borgo si presenta come una vera e propria “cascata” di case piccole e arrampicate sul pendio di un colle scosceso, disposte sui lati di due triangoli che si toccano ai vertici. Alla base del triangolo superiore c’è l’antica Rocca, dall’altra invece la maestosa Villa Garzoni, che sorge sulle rovine dell’antico Castello medievale e che sembra sorreggere l’intero borgo.

Passeggiando per le viuzze del paese si osserva con stupore lo stato di conservazione del borgo. Si possono ammirare le antiche pietre che da secoli lastricano le piccole vie in mezzo alle case, che a loro volta perlopiù mantengono il loro aspetto medievale, così come i resti di alcune strutture fortificate, tra cui alcune porte. All’estremità si trova la Rocca, dotata di un ampio recinto e alcune torri, di cui una trasformata in campanile. All’apice del castello si può visitare la bella Pieve di San Bartolomeo, da dove si gode di un notevole panorama.
 
Collodi oggi concentra le sue attività intorno alle attrazioni turistiche di Villa Garzoni e del suo Giardino all’Italiana, alle farfalle esposte alla Butterfly House e al famosissimo Parco di Pinocchio. Un periodo particolare per visitare Collodi è l’ultima settimana di agosto, quando a Collodi si festeggia il patrono San Bartolomeo. Per l’occasione il paese si arricchisce di una ricca serie di divertenti appuntamenti.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Collodi
in zona
&
Il territorio
Pinocchio, Svizzera Pesciatina, Collodi

Svizzera Pesciatina

Splendidi borghi medievali ricchi di storia
Luoghi dal sapore antico, Collodi e la Svizzera Pesciatina si trovano a confine fra Lucca e Pistoia, a pochi passi da Pescia. ...
Approfondiscikeyboard_backspace