Viaggio affascinante tra le roccaforti del Monte Argentario

Tra fortezze storiche e baie da sogno

Il Monte Argentario è un promontorio di natura selvaggia e incontaminata usato nei secoli scorsi a mo' di roccaforte, e conserva ancora oggi le vestigia del suo passato militare. Patrimonio della famiglia dei conti Aldobrandeschi e in seguito dominato dalla Repubblica senese, fu fortificato tra il XV e il XVI secolo dagli spagnoli.

La Fortezza Spagnola di Porto Santo Stefano fu edificata come torre di avvistamento e alloggio per una guarnigione. Ha l'aspetto di una grossa torre ed costruita a due terrazze, una delle quali si apre appunto sul mare.
 
Poco lontano sorge la Torre di Lividonia che dominava la costa nord-occidentale del promontorio. Sul versante ovest dell'Argentario si alternano diverse torri di avvistamento, ciascuna con il compito di sorvegliare una cala, ovvero un possibile punto di approdo per navi nemiche: la Torre di Cala Moresca, a guardia della cala del Gesso, la Torre di Cala Piatti a picco sul mare, la Torre di Capo d'uomo purtroppo semidistrutta, così come la Torre della Maddalena poco distante.

Si è invece mantenuta bene la Torre delle Cannelle, affacciata sull'omonima spiaggia, come la Torre Ciana, costruita dai senesi e modificata dagli spagnoli per facilitare le segnalazioni con i fortini di Porto Ercole. Procedendo verso Porto Ercole si trova Torre Avvoltore e Forte Stella, la fortificazione più famosa dell'Argentario per la sua inconfondibile forma a stella, situata quasi ai piedi di Monte Telegrafo e che dominava la Cala dei Santi.
 
La Rocca di Porto Ercole è la più grande costruzione militare della zona: 26mila mq di superficie e una forma irregolare che segue l'andamento della collina su cui si trova. Vicino si trova la Rocca di Santa Caterina, ai piedi della collina di Monte Filippo, eretta per consentire il tiro radente delle artiglierie. Fu utilizzata anche come ospedale e si dice che vi fu ricoverato anche il Caravaggio, dopo essere stato trovato in fin di vita sulla spiaggia di Cala Galera.

La più importante delle opere di fortificazione promosse dallo Stato dei Presidi è invece Forte Filippo. È di forma rettangolare con quattro bastioni triangolari disuguali e asimmetrici, con un ampio fossato intorno, situato sulla cima del Monte Filippo a cavallo tra il golfo di Porto Ercole e quello di Cala Galera. L'unica torre d'avvistamento che non si affaccia direttamente sulla costa è la Torre dell'Argentiera, costruita dai senesi nel XV secolo tra le valli del Pozzarello, della Forconata, del Castagno e del Campone.
 
&
Scopri questa zona turistica
Argentario
Scogliere alte e rocciose con piccole spiagge e calette, tomboli di sabbia fine, natura intatta e selvaggia, una splendida laguna e il mare lambito dalle acque dell’Arcipelago Toscano: ecco l’Argentario, raffinatissima meta turistica che non ...
Scopri Argentariokeyboard_backspace