Un tuffo tra le Montagne Pistoiesi

La montagna di Cutigliano [Photo Credits: Gruenemann bit.ly/UPC1UK]
La montagna di Cutigliano [Photo Credits: Gruenemann bit.ly/UPC1UK]

A Firenze il caldo è insopportabile in questi giorni di luglio... abbiamo voglia di un piccola 'fresca' vacanza. Ci mettiamo in viaggio sulla strada dell'Abetone e poco più di un'ora siamo già a Cutigliano. Il paese è grazioso, su di un cocuzzolo, annoverato tra i più belli d'Italia. Con l'auto parcheggiamo poco dopo la splendida piazzetta del Palazzo dei Capitani, così da poterla visitare agevolmente e sostare un po'. Seguiamo poi l'indicazione del percorso di San Vito con vista panoramica, passando dalla chiesa di san Bartolomeo. Anche qua c'è la comodità del parcheggio, avvicinandosi così all'inizio della passeggiata. La strada è all'inizio un po' sconnessa, ma comunque asfaltata e piana, con alcuni tratti di lieve pendenza; procediamo inoltrandoci nel bosco e ci gustiamo la piacevole frescura. Diverse panchine sono distribuite lungo il percorso nei tratti più aperti e panoramici e più volte ci fermiamo, con il canto degli uccelli che ci accompagna per tutto il tragitto. Non mancano le fontane, con acqua che scorre continuamente, fredda e buona da bersi. Una scritta ci dice che queste fontane in pietra sono fontane storiche, restaurate dal Comune.

Dalla seganaletica vediamo che abbiamo già percorso un chilometro e che a 600 metri si arriva al punto più panoramico, dove la strada finisce... Inizia qui la strada sterrata ma compatta e discretamente percorribile, nonostante i falsi piani. Proseguamo incuriosite, ma gli ultimi 100 metri sono davvero impegnativi, sia per la pendenza che per il fondo sconnesso. Ce l'abbiamo fatta! Ci troviamo su di un ampio piazzale nel bosco, attrezzato con tavolo e seduta, ma il panorama (che dovrebbe essere a 360°) ahimè, è tutto nascosto dalla vegetazione! In questo angolo di natura e di pace rimaniamo ancora un po' dopo aver consumato il nostro pranzo al sacco. A parte l'ultimo tratto, che la prossima volta eviteremo di fare, questo percorso è stato piacevole per i suoni, i colori e le tante sesazioni che ci ha regalato.

Le vie del centro di Cutigliano [Photo Credits: Gruenemann bit.ly/TMPBWh]
Le vie del centro di Cutigliano [Photo Credits: Gruenemann bit.ly/TMPBWh]

Al ritorno, ancora una sosta sulla piazza della chiesa, un luogo molto ombreggiato. Superato il ponte ritroviamo la nostra auto e raggiungiamo in poco tempo l'ostello dell'Abetone, dove abbiamo prenotatato una camera (accessibile) con altre due amiche. Con loro andremo domani al Gomito (1800 m.) con la nuova ovovia, anche questa accessibile a chi come me è in sedia a ruote. Là trascorreremo l'ultimo giorno della nostra breve ma piacevole vacanza: a prendere il sole e ad ammirare il panorama sulla terrazza del rifugio e forse, le mie amiche a fare qualche passeggiata.