Toscana fashion: 5 musei dedicati alla moda

Ilaria Giannini byIlaria Giannini

Se amate la moda la Toscana è il posto che fa per voi, non solo per fare shopping di marche prestigiose negli outlet e di pezzi unici nelle botteghe artigiane, ma anche perché sono tantissimi i musei toscani dedicati alla moda e ai grandi brand che hanno segnato la storia dello stile italiano.

Galleria del Costume
Il manto di corte di Donna Franca Florio al Museo della Moda e del Costume - Credit: Museo della Moda e del Costume

A Firenze, all’interno di Palazzo Pitti, si trova l’unico vero museo di storia della moda nel nostro paese: il Museo della Moda e del Costume. Qui potrete ammirare 6mila capi tra abiti antichi e moderni, accessori e costumi teatrali con creazioni di stilisti come Valentino e Armani ma anche rarità come l’abito di scena di Eleonora Duse e i vestiti di Cosimo I de’ Medici e di sua moglie.

Museo Gucci
Il Gucci Museo a Firenze - Credit: Gucci

Restiamo a Firenze per visitare il Museo Gucci in Piazza della Signoria, nel trecentesco Palazzo della Mercanzia, inaugurato nel 2011 per i 90 anni di vita della maison: quasi 2mila metri quadrati che ripercorrono la vita della casa di moda fiorentina attraverso le sue creazioni più famose. Un vero viaggio nelle icone Gucci, dalla sala dedicata agli accessori da viaggio a quella delle borse, fino agli abiti da sera indossati da attrici famose, come Naomi Watts o Hilary Swank.

Museo Salvatore Ferragamo
Museo Salvatore Ferragamo
Museo Salvatore Ferragamo

Un’altra splendida costruzione fiorentina, il medievale Palazzo Spini Ferroni, ospita il Museo Salvatore Ferragamo dedicato alla storia del calzolaio e stilista e alla maison da lui fondata, in un connubio unico al mondo tra moda, arte e design. In mostra a rotazione oltre i 14mila modelli dell’archivio permanente, come la celebre "zeppa di sughero" brevettata nel 1936, ma anche le scarpe create su misura per le dive di Hollywood, come le decolletè con tacchi a spillo per Marylin Monroe, il modello a punta morbida per Greta Garbo e le ballerine elegantissime per Audrey Hepburn.

Museo del Tessuto
Museo del Tessuto di Prato
Museo del Tessuto di Prato - Credit: Gillian McGuire

Il Museo del Tessuto a Prato è l’omaggio alla grande tradizione tessile della città toscana, lunga oltre 800 anni. In mostra tessuti antichissimi, come i frammenti precolombiani dal Perù, ma anche le creazioni di artisti come Henry Moore e Giò Ponti. Splendidi i tessuti etnici da tutto il mondo, dall’India alla Cina, dal Giappone all’Indonesia, mentre nella sezione contemporanea si può ammirare anche il grande manto tessuto a Prato per Giovanni Paolo II in occasione dell’apertura della Porta Santa per il Giubileo.

Fondazione Cerratelli
Franco Zeffirelli e Olivia Hussey sul set di Romeo e Giulietta

A San Giuliano Terme la Fondazione Cerratelli mette in mostra dentro Villa Roncioni una delle più storiche e strabilianti collezioni di costumi teatrali e cinematografici, con 30mila abiti che ripercorrono la storia del costume di scena in Italia. Qui si possono ammirare anche gli abiti del “Romeo e Giulietta” di Zeffirelli, che valsero a Danilo Donati il Premio Oscar per i costumi, ma anche i vestiti di scena di “Camera con vista” di James Ivory e della “Bisbetica domata” sempre di Zeffirelli.

&
Arte e Cultura