Photo ©Sailko
account_balanceMusei

Il Museo della Moda e del Costume di Firenze

A Palazzo Pitti un vero viaggio nella storia della moda

Piazza de Pitti

Il Museo della Moda e del Costume (chiamato in precedenza Galleria del Costume) si trova dentro la Palazzina della Meridiana di Palazzo Pitti a Firenze e presenta un percorso dedicato alla storia della moda.
Qui si possono ammirare splendide collezioni di costumi e accessori dal Settecento a oggi, nonché costumi teatrali e gli abiti funebri restaurati di Cosimo I de' Medici, Elenora di Toledo e don Garzia.
In tutto si tratta di oltre 6mila pezzi, tra abiti antichi, accessori, costumi provenienti dal mondo del cinema e teatro e numerosi capi dei più celebri stilisti che hanno reso la moda italiana famosa nel mondo, come Giorgio Armani, Emilio Pucci, Versace e Valentino.

Il manto di corte di Donna Franca Florio al Museo della Moda e del Costume
Il manto di corte di Donna Franca Florio al Museo della Moda e del Costume - Credit: Museo della Moda e del Costume

In mostra abiti preziosi come quelli di Eleonora Duse, la celebre attrice, o della nobildonna siciliana Donna Franca Florio, che fu una regina di stile nell’epoca del Liberty. Fa parte delle collezioni anche un gruppo di circa novanta costumi teatrali della Sartoria Tirelli, donati, insieme ad un cospicuo numero di abiti storici, da Umberto Tirelli.

Nelle sale, provviste di vetrine climatizzate, gli abiti vengono messi in mostra a rotazione – per conservarli e per renderli via via tutti visibili al pubblico – mentre gli ambienti della sala da ballo sono riservati ad esposizioni temporanee.

Info: uffizi.it

Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace