San Francesco in Toscana

Itinerari di spiritualità, silenzio e natura in Valtiberina

La Valtiberina Toscana, terra ricca di storia e di Spirito, è da sempre strettamente legata alla figura di San Francesco, che più volte vi è transitato nel suo peregrinare da e verso La Verna, dove ricevette le stigmate.

Ancora oggi nei boschi e nei borghi della valle percorsi da Francesco, si respira un'atmosfera particolare che aiuta a scoprire quel rapporto con la natura e quell'idea di pace che sono propri del pensiero francescano. Luogo simbolo del francescanesimo in Valtiberina Toscana è sicuramente l'eremo di Montecasale, nei pressi di Sansepolcro, teatro di due episodi molto significativi della vita del Santo d'Assisi, vale a dire la conversione dei briganti che chiedevano cibo ai frati e la storia del cavolo nell'orto.

Eremo della Casella lungo il cammino di Francesco in Valtiberina - Credit: David Butali

Altro luogo francescano è il Castello di Montauto, vicino ad Anghiari, dove Francesco era solito sostare, ospite del conte Alberto, suo amico. Durante una di queste soste, forse presagendo la propria morte, Francesco lasciò al conte il proprio saio, lacero e ricucito con gli steli di una ginestra che cresceva vicino al castello, come ricordo di sé. Il saio oggi si trova al Santuario de La Verna ma dalle parti di Montauto rimane una cappellina a ricordarne il passaggio.

La presenza di Francesco in Valtiberina Toscana è testimoniata pure dall'eremo della Casella, sul crinale dell'Alpe di Catenaia, dove il Santo si fermò in preghiera guardando il Monte della Verna, e l'eremo di Cerbaiolo, antico cenobio benedettino donato a Francesco, dove si insediarono i frati francescani, vicino a Pieve Santo Stefano. E' possibile raggiungere i singoli luoghi legati a San Francesco in macchina oppure percorrendo la tradizionale rete sentieristica CAI o REV (Rete Escursionistica della Valtiberina), delle quali esistono diverse pubblicazioni.

L'Eremo della Casella a Caprese Michelangelo in Valtiberina - Credit: Roger Taylor

Gli escursionisti più infaticabili possono percorrere le tappe del Cammino di Francesco in Valtiberina Toscana, attraverso due direttrici, che partono entrambe da La Verna e proseguono poi il cammino nella vicina Umbria.

La prima si snoda lungo la dorsale dell’Alpe della Luna e passa per: Pieve Santo  Stefano - Eremo di Cerbaiolo - Eremo di Montecasale – Sansepolcro.

La seconda, non meno importante, invece si sviluppa lungo l’Alpe di Catenaia, e tocca i seguenti siti: Eremo della Casella – Caprese Michelangelo – Ponte alla Piera - Castello di Montauto  - Cenacolo di Montauto – Anghiari.  

Da segnalare che nei pressi dell’Eremo della Casella si stacca un sentiero che consente di ricongiungersi all’altra direttrice, all’altezza di Pieve Santo Stefano, passando per Caprese Michelangelo (20 km).

Il tau giallo del cammino di Francesco
Il tau giallo del cammino di Francesco - Credit: Valtiberina Toscana

I sentieri del cammino di Francesco in Valtiberina, sono segnalati dall’inconfondibile Tau giallo e possono essere percorsi anche ad anello per un totale di circa 120 km divisi in 5 o 6 tappe. Oltre al classico percorso a piedi, in Valtiberina Toscana si possono organizzare degli specifici itinerari per famiglie, concentrandosi solo su alcuni tratti del cammino, oppure, con l’utilizzo di asini, si può dar vita ad un vero e proprio trekking someggiato, nonché la possibilità di organizzare i percorsi in mountain bike.

 

Info:
Ufficio Turistico Valtiberina Toscana
valtiberinaintoscana.it

&
Francigena e vie della fede