Massa Marittima: 5 motivi per visitare la città

Parchi nazionali, folklore e sapori: scopri questo angolo incantato di Toscana!

Massa Marittima è un piccolo gioiello posto tra le colline a poca distanza da Grosseto, nel sud della Toscana. Si tratta di una città molto interessante da visitare che spicca nella regione della Maremma. La sua storia si intreccia a quella degli Etruschi; le sue origini si rispecchiano perfettamente nello stile delle mura della città, di quello dei vicoli stretti e dei complessi architettonici.

Massa Marittima merita una (ma anche più di una) gita, per tanti motivi. Noi ve ne forniamo 5 per comodità, ma se volete andate a spulciare questo sito e raccogliete informazioni e curiosità da approfondire in loco.

Il Balestro del Grifalco
Il Balestro del Grifalco

1. Balestro del Grifalco

Il Balestro del Grifalco è una manifestazione caratteristica della città di Massa Marittima, una tradizione che si svolge due volte l’anno, normalmente la quarta domenica di maggio e il 14 d’agosto. Alla gara storica prendono parte 24 balestrieri, 8 per ciascun Terziere in cui è diviso il centro. Il Balestro del Grifalco comprende anche un corteo di 150 figuranti che indossano meravigliosi costumi medievali. Tra sbandieratori e tamburi, inizia la gara vera e propria. Le frecce vengono scagliate tramite balestre antiche verso il “corniolo”, ovvero il bersaglio. Vince il balestriere che centra il corniolo e riceve in dono la freccia d’oro. Al Terziere al quale appartiene, invece, viene assegnato il drappellone in seta dipinta.

2. Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori

La Strada del Vino Monteregio è un pretesto per intraprendere un viaggio tra poderi, vigne e olivi secolari nella Maremma. Il territorio del Monteregio comprende l'area della Colline Metallifere dell'Alta Maremma Grossetana, quindi dai comuni di Massa Marittima, Monterotondo, Montieri, Follonica, Scarlino, Gavorrano, Roccastrada e Castiglione della Pescaia. In centro a Massa marittima, all'ombra del Duomo, si possono prendere informazioni sulla Strada e fare degustazioni degli ottimi vini e dei prodotti del territorio.

Il Lago dell'Accesa
Il Lago dell'Accesa

3. Lago dell’Accesa

Un altro bel motivo per andare a Massa Marittima è il Lago dell'Accesa, che si trova sulle pagine della Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano con ben 5 vele. Il Lago dell'Accesa, dalla particolare forma a ferro di cavallo, ha una profondità che va dai 20 ai 70 metri. La leggenda popolare dice che il lago sarebbe senza fondo, ma racchiuderebbe un paese sommerso. In effetti sulle sue sponde vi sono notevoli ritrovamenti archeologici e nel bosco vicino un vero e proprio insediamento minerario etrusco.

4. Bandiera Arancione

Massa Marittima fa parte dei 32 comuni toscani delle Bandiere Arancioni che riguardano le mete turistiche di qualità. Il marchio “doc”,  viene assegnato dal Touring Club (associazione leader nel settore turistico nazionale), a tutte le località dell’entroterra, che si siano dimostrate capaci di garantire ai visitatori, un’offerta di alto livello sotto vari aspetti: dall’attenta valorizzazione delle bellezze storiche architettoniche e culturali  del luogo, alla facilità di accesso e di fruibilità di queste stesse risorse, fino alla tutela dell’ambiente. Massa Marittima, inoltre, ha una cultura diffusa dell'ospitalità, ha una cura accentuata delle tipicità enogastronomiche e un'alta qualità della ristorazione.

Parco Nazionale Tecnologico e Archeologico delle Colline Metallifere Grossetane
Parco Nazionale Tecnologico e Archeologico delle Colline Metallifere Grossetane

5. Parco delle Colline Metallifere Grossetane

Il Parco Tecnologico e Archeologico delle Colline Metallifere Grossetane si estende dal Golfo di Follonica fino al confine tracciato dalle montagne e dalle colline che delimitano le provincie di Livorno, Pisa e Siena. Si tratta di uno dei primi parchi a carattere tematico istituito in Italia dal Ministero dell'Ambiente e Tutela del Territorio. Al suo interno è possibile avvicinarsi alle tradizionali attività metallurgiche e minerarie che ricoprono un ruolo importante anche in età contemporanea. 

&
Arte e Cultura