Pieve Fosciana

Pieve Fosciana

Un centro dalla grande tradizione agricola

Pieve Fosciana si trova in una piccola pianura: il Piano della Pieve, già centro di fiorente coltivazione agricola. Dal nome romano Fuscus, il Piano ebbe e conservò per secoli l'appellativo di Fusciana, localizzato poi nel paese. I suoi primi documenti scritti risalgono all'VIII secolo, quando era sede di uno stanziamento longobardo (ne rimane memoria nella Via Cafaggio).

Fin da allora, la Chiesa locale era una pieve, cioè un centro di evangelizzazione e di culto, dal quale dipendeva una vasta zona della Garfagnana. I fedeli di questi paesi, che si trovavano elencati in un documento del Papa Alessandro III del 1168, vi si recarono per secoli, specie per l'amministrazione del Battesimo.

Secondo la leggenda, fondatore della pieve locale fu San Frediano, il noto vescovo di Lucca del VI secolo. La pieve contribuirà a formare il nome del paese, che almeno dall' XI secolo si chiamò Plebes de Fosciana. Nel 1105 vi si trovò la celebre Contessa Matilde di Toscana (  di Canossa). Intorno a questa epoca fu costruito l'edificio sacro attuale, in forme romantiche poi rimaneggiate. Al suo interno si conservano varie opere d'arte, fra cui un'Annunciazione di Andrea della Robbia, tele della scuola del Lucchese Pietro Paolini, del modenese Antonio Consetti, ed una sagrestia cinquecentesca.

Nel secolo XV, il comune di Pieve Fosciana si sottrasse a Lucca e si dette agli Estensi di Modena. Negli anni napoleonici furono uniti al comune di Pieve Fosciana quelli di Sillico, Bargecchia e Pontecosi. Nel 1831 fu esposta in paese la bandiera tricolore, la prima in Toscana. Alcuni abitanti parteciparono alle guerre risorgimentali fin dal 1848. Alla fine della seconda guerra mondiale, Pieve Fosciana si trovò per oltre sette mesi nell'immediata retrovia della Linea Gotica, subendo bombardamenti di artiglieria ed aerei. Il 20 aprile 1945, sventolò di nuovo sull'antico campanile il tricolore, forse il primo sopra la Gotica.
 

Tra le numerose manifestazioni che si svolgono periodicamente a Pieve Fosciana segnaliamo la tradizionale "Passeggiata Degustativa" che si tiene annualmente nei primi giorni di agosto e durante la quale è possibile rivivere le tradizioni rurali della zona e degustare le ottime specialità tipiche del luogo preparate secondo le antiche ricette tradizionali.


Tra i monumenti di maggiore rilievo a Pieve Fosciana citiamo qui la Chiesa di San Giovanni Battista, la Chiesa di San Magno, la Torre di Sillico e l’antico mulino ad acqua ancora funzionante, appartenente alla famiglia Regoli da cinque generazioni. Il paese ha anche un piccolo bacino termale dove molte persone fanno bagni e docce nelle sue acque perché ritenute ottime per combattere dolori ossei e molti piccoli problemi fisici. Di interesse, infine, sono anche i Sentieri del Moro.

 


 

Cover image credit: Davide Papalini

&
Il territorio
Garfagnana

Garfagnana

Una terra ricca di storia e boschi incontaminati
Un territorio incantevole, racchiuso tra le Alpi Apuane e l'Appennino Tosco-Emiliano e solcato dal fiume Serchio, ricco di storia e tutto da scoprire. ...
Approfondiscikeyboard_backspace