Monteroni d'Arbia
Photo ©TPT

Monteroni d’Arbia

Un importante punto di passaggio sulla Via Francigena

Lo sviluppo della cittadina fu legato al passaggio della Via Francigena, diventando un punto d'assistenza importante per i pellegrini che transitavano verso Siena. Costituisce, dal punto di vista geografico e storico, la porta di ingresso al sud della provincia senese; un'area di grande valore paesaggistico e artistico unita dal transito del pellegrinaggio.

I dintorni sottolineano particolarmente il rapporto con la storia a cominciare proprio da Cuna e dalla sua grancia, la fattoria fortificata eretta nel 1224 dal comune di Siena, e dallo Spedale di S. Maria della Scala sulla preesistente struttura dello Spedale già insediato dal XII secolo. Molto ampio e ancora perfettamente conservato, il complesso è composto da un piccolo borgo cintato e dalla fattoria-fortezza affacciata sulla piazza cui si accede oltrepassando la torre d'ingresso. Esterna al nucleo fortificato sorge la piccola chiesa dei SS. Jacopo e Cristoforo, del 1314. Non lontana è la pieve di Corsano, fondata nell'XI secolo e dedicata a S. Giovanni Battista dal tipico stile romanico.

Tornando sulla via Cassia, poco oltre Monteroni anche il piccolo centro di Lucignano d'Arbia rivela la sua origine di fortezza nelle due porte-torri trecentesche e nella massiccia torre medioevale trasformata in campanile della pieve romanica.  Il mulino ad acqua comparso nel I sec. a.C., può essere considerato la prima installazione industriale della storia.

Fonte by Comune di Monteroni d'Arbia
 
&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Monteroni d’Arbia
&
Il territorio
Terre di Siena, Buonconvento

Terre di Siena

Dal Chianti alle Crete, dalla Valdelsa alla Val di Merse: le città d'arte, i borghi, i paesaggi e i prodotti tipici
Le Terre di Siena sono l’insieme di campagne e territori che circondano la città del Palio e che da sempre incantano i viaggiatori con la bellezza del loro paesaggio. ...
Approfondiscikeyboard_backspace