Bagno a Ripoli

Bagno a Ripoli

Tra Firenze e il Chianti in una dolce campagna punteggiata di ville, pievi che nascondono tesori, vigneti e case coloniche

Leggi la storia Bagno a Ripoli su logo toscana ovunque bella Bagno a Ripoli La leggenda della Fata Morgana Un viandante tedesco si imbatte durante il Grand Tour nel suggestivo Ninfeo del Giambologna, dove gli capita una curiosa avventuraLeggi la storia

Dal “Bigallo”, il noto Spedale dei viandanti, al poetico Ninfeo del Giambologna, più conosciuto come Grotta di Fata Morgana, passando per dolcissimi paesaggi urbanizzati. Ecco un affresco del bel territorio di Bagno a Ripoli, tra la città di Firenze e il Chianti, sul quale si inseguono senza soluzione di continuità cipressi e case coloniche, vigneti e uliveti tra cui scoprire tabernacoli, un territorio animato da una vivace realtà produttiva che crede nella tradizione. Le colline di questo lembo verde della provincia di Firenze, sono accese da maestose ville medicee e belle chiese rupestri, che custodiscono al loro interno capolavori quattrocenteschi e rinascimentali.

Una volta qui è certamente da non mancare una visita all’Oratorio di Santa Caterina delle Ruote, fatto erigere dalla famiglia fiorentina degli Alberti attorno al 1354, non distante dal Cimitero di Ponte a Ema. Malgrado l’aspetto austero della facciata, l’interno della piccola chiesa stupirà con un maestoso ciclo di affreschi che narra la vita della principessa martire Santa Caterina d’Alessandria, detta “delle Ruote” a causa del martirio subito. Il ciclo, avviato intorno al 1360 dal Maestro di Barberino e da Pietro Nelli, ai quali spetta la decorazione del vano absidale e dell’arco che lo precede; fu completato per volere di Benedetto Alberti a partire dal 1387 da Spinello Aretino, brillante esponente della pittura tardogotica.

Le tre pievi attorno a cui storicamente sono cresciute le tre principali frazioni del comune sono anche le più notevoli: l’austera ed elegante basilica di San Pietro a Ripoli; l’antica chiesa romanica di Santa Maria ad Antella e infine San Donnino a Villa Magna, inconfondibile con la sua facciata a salienti e lo slanciato campanile in pietra.

Bagno a Ripoli è poi nota per la presenza di una serie di splendide ville rinascimentali, alcune delle quale visibili e altre destinate all’accoglienza turistica di alto livello. Tra queste è d’obbligo segnalare almeno le ville medicee di Lappeggi e di Lilliano e la bella villa dell’Ugolino.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Bagno a Ripoli
&
Il territorio
Vallombrosa, bosco

Vallombrosa

Un tuffo nella natura e nella storia
A due passi da Firenze, immersa nel verde delle foreste secolari, si trova Vallombrosa. Un paradiso naturale eletto nell’XI secolo dai monaci benedettini come rifugio dal mondo, Vallombrosa ...
Approfondiscikeyboard_backspace