Viaggio nel Medioevo: in bici sulle Colline Metallifere

Un itinerario impegnativo con partenza da Sticciano Scalo

Un itinerario di grande interesse paesaggistico con caratteristiche tecniche di grande pregio. Strade asfaltate e poco trafficate, altimetria varia fino a 1000 mt, con ultimi 20 km senza alcuna difficoltà.

  • directions_bike
    Mezzo di trasporto consigliato
    Bicicletta
  • access_time
    Distanza da percorrere
    106,3 Km
Prima tappa
Verso Roccastrada e Montieri
Montieri - Credit: tob

Si parte da Sticciano Scalo imboccando la S.P. 157 in direzione di Roccastrada. Si pedala in pianura lungo la strada delimitata da un doppio filare di pini domestici. Dopo circa 5 km la strada comincia a salire con pendenze pedalabili tra querce da sughero. Percorsi 8.5 km la S.P. 157 piega a sinistra verso l'altura di Roccastrada (a destra bivio sulla S.P. 46 "Tollero" per Paganico).

Si prosegue in salita per circa 5 km con belle vedute panoramiche verso la costa raggiungendo l'abitato di Roccastrada fino alla rotonda nel centro del paese (13.9). Da qui la S.P 157 si snoda ancora in pedalabile salita, per un paio di chilometri, sul dorso di colline panoramiche. Circa 3 km dopo Roccastrada si lascia la S.P. 157 imboccando sulla sinistra la S.P. 8 "Meleta" in direzione di Sassofortino e Roccatederighi. Si pedala in salita raggiungendo Sassofortino (560 m s.l.m.) e proseguendo su strada panoramica in prevalente discesa fino a Roccatederighi (26) e al successivo grande incrocio (28.3) dove si tiene la destra imboccando la S.P. 19 in direzione Prata, Montieri e Siena.

Sulla destra, poco dopo l'incrocio, si trovano le sorgenti del fiume Farma. La strada immersa nel verde e ombreggiata si snoda con andamento sinuoso per circa 8 km seguendo la curva di livello fino alla località Gabellino (36.3) dove, con un incrocio a T, ci si immette nella S.P. 162 girando a destra verso Montieri. Da qui è possibile la deviazione sulla destra per raggiungere il paese di Boccheggiano (2 km e 190 m di dislivello) o proseguire per 3.7 km fino al bivio a sinistra per Montieri (40).

Seconda tappa
Il fiume Merse e i boschi di Gerfalco
Riserva del Basso Merse

Oltrepassato il ponte sul fiume Merse si pedala sulla S.P. 5 e comincia la salita verso Montieri: 5.7 km e 273 m di dislivello. Nel borgo (45.7) si imbocca la rampa in salita che parte sulla destra del Palazzo Comunale per raggiungere la strada alle spalle del paese fino all'incrocio (46.5) con la S.P. 11 "Pavone" dove si piega a sinistra verso Gerfalco: bello il panorama sulla destra con i boschi che circondano Gerfalco e il poggio soprastante con la Riserva Naturale delle Cornate. Dopo 3.5 km si consiglia la deviazione verso Gerfalco (4 km andata e ritorno).

Terza tappa
Attraverso piccoli borghi maremmani
Vista sulle Colline Metallifere - Credit: Photo Graphic Studio

L'itinerario prosegue sulla S.P. 11 in costante e piacevole discesa per oltre 6 km fino all'innesto sulla S.R. 439 dove si va a sinistra in direzione Massa Marittima. Ancora 3 km di discesa e poi 3 km lungo il Pian dei Mucini fino all'incrocio omonimo (62.6) con bar - osteria. Da Pian dei Mucini si prosegue in direzione Prata sulla S.P. 162. Si pedala in salita per circa 6 km fino al viadotto che transita nei pressi del borgo di Prata, visibile sulla sinistra. Dopo circa 2 km (71.8) si gira a destra sulla S.P. 54 "Cerro Balestro" in direzione Tatti, prima in salita pedalabile per circa 4 km, poi in discesa fino al borgo che si raggiunge dopo circa 8 km.

Dal centro di Tatti (80.4) si prosegue in bellissima discesa panoramica verso la pianura seguendo le indicazioni per Ribolla e Grosseto sulla S.P. 53 che termina con un incrocio a T (87.5) dove si piega a sinistra in pianura verso Ribolla sulla S.P. 31. Dopo 1.5 km si entra nell'abitato di Ribolla fino ad un incrocio (89.4) dove si piega a destra verso Castiglione della Pescaia, imboccando la S.P. 20. Si percorrono 2,8 km fino ad un'evidente curva a destra: qui si lascia la S.P. 31 e si piega a sinistra in direzione Sticciano sulla S.P. 91 "Pian del Bichi".

Quarta tappa
Da Montemassi a Sticciano Scalo
Montemassi
Montemassi - Credit: Piccinaccia on instagram

Si pedala in pianura tra coltivi e vigneti con bella vista a sinistra verso il borgo di Montemassi per circa 5 km. Dopo una breve salitina tra i vigneti, prima di una grande azienda agricola contornata da pini secolari si gira a destra in "Via Pian del Bichi", lasciando così la S.P. 91 "Pian del Bichi" (97.3). La stradina aggira la grande azienda e poi piega con decisione a destra tra i vigneti e un filare di giovani pini mantenendo la strada principale (dopo circa 1.5 km alla biforcazione si mantiene la sinistra) per oltre 3 km fino all'incrocio con la S.P. 19 che viene attraversata ortogonalmente per imboccare la S.P. 138 di "Monte Lattaia" (100,7) che si segue fino alla fine per circa 2,5 km: all'incrocio a T (103,1) si prosegue sulla destra seguendo la stradina lungo la traccia principale (evitando tutte le deviazioni) per un paio di km fino ad un ponticello basso in cemento che può trasformarsi in guado in caso di forti piogge. Subito dopo si supera un passaggio a livello e si raggiunge un evidente incrocio a T con la S.P. 157, dove si piega a destra verso la vicina Sticciano Scalo (106,3).

Cover image credit: Photo Graphic Studio

&
In bicicletta