Libreria Gozzini

Le librerie storiche di Firenze

Alla scoperta degli spazi dedicati alla cultura tra le piccole e grandi librerie della città

Un itinerario che tocchi, con qualche giro ampio, tutte le librerie storiche può avere inizio da Piazza San Marco e terminare in Oltrarno. In Piazza San Marco sorge l’omonimo convento che ospita la quattrocentesca biblioteca di Michelozzo voluta da Cosimo il Vecchio. Da qui prendiamo via Cavour e arriviamo in via Martelli: qui si trova la Libreria Giorni, gloriosissimo esercizio che durante il periodo fascista, in un vasto assortimento di libri usati di vario argomento e spartiti musicali, conservava testi non graditi al regime. Dagli anni '50 in poi ai libri si sono aggiunte le stampe, sia originali che riproduzioni. Quasi di fronte c’è la Martelli(ex Marzocco), grande e fornita libreria nata nel 1840 e sempre attiva tra varie vicissitudini, tra cui la devastazione durante l’alluvione del 1966.

Torniamo sui nostri passi e, dopo aver dato uno sguardo al maestoso Palazzo medici Riccardi, svoltiamo a destra per raggiungere Via Ricasoli. In fondo, all’altezza della Galleria dell’Accademia che ospita il David di Michelangelo, troviamo la Libreria LEF, un punto di riferimento insostituibile per tutti coloro che operano nel campo dell'architettura, dell'urbanistica, della grafica e del design. In essa si trovano molte pubblicazioni di arte italiana ed europea in particolare degli artisti e delle correnti contemporanee più significative.

La Libreria Gozzini, condotta sin dal 1850 dalla stessa famiglia, si trova negli ambienti del Palazzo Alfani (XVI secolo) e al suo interno ospita numerosi locali arredati con alte scaffalature in legno, dove è possibile trovare edizioni di qualsiasi genere, ad eccezione dei libri gialli e degli scolastici. La Libreria Gonnelli è quasi un tempio per gli amanti della carta stampata: oltre alla vendita di manoscritti, libri antichi, disegni originali e stampe, i titolari hanno sempre promosso attività espositive allestendo nella Saletta attigua mostre e conferenze.

Costeggiando il Duomo volgiamo i passi verso il quartiere di Santa Croce. Dopo un’occhiata all’insolita Libreria Manuelli, che in 160 anni di attività si è sempre occupata di articoli sacri, con un vasto assortimento sia di libri di argomento religioso che di paramenti e oggetti legati al culto cattolico, raggiungiamo la Libreria di Massimo Focardi. Sito in Borgo La Croce, a due passi dal caratteristico mercatino delle pulci, il negozio raccoglie libri storici di vario genere, stampe d'arte e anche oggetti di antiquariato.

Alcuni anni fa, curiosando tra il materiale presente, uno studioso ha qui rintracciato la preziosa prima edizione della "Recherche" di Marcel Proust. Nel cuore del quartiere, in Via Palmieri, si trova la Libreria Salimbeni, altra tappa obbligata per gli appassionati di libri antichi. La libreria nel suo mezzo secolo di attività è andata specializzandosi nel commercio di libri d'arte e di antiquariato, dedicandosi anche alla vendita per corrispondenza.

Torniamo verso il centro per fare una puntata alla Libreria del Porcellino che si trova nei pressi di Piazza Signoria, all’ombra della Loggia del Mercato Nuovo. Questa bella libreria è arredata con scaffalature in legno di antica fattura artigianale, e presenta ancora un bel pavimento originale a tavole di legno a cera. Imboccando Via Porta Rossa si raggiunge la Libreria Bruno Baccani che dalla fine del’800 svolge attività di libreria, cartoleria e vendita di oggetti artigianali rivestiti in pelle e carta fiorentina.

L’ultima tappa di questo vagabondaggio per librerie ci porta in Oltrarno, in Borgo San Jacopo, nel negozio Libri e stampe d’arte gestito da di Orlando Cerdini e sua figlia Ambra. Inserito nell'antica torre di Cecco Angiolieri, il negozio è specializzato nella vendita di libri antichi, stampe, gioielli e oggetti d'epoca. Caratteristico per l'esposizione di quadri, acquasantiere e piatti appesi alla facciata esterna del negozio, mostra all'interno un arredamento antico.

(Fonte: Esercizi Storici Fiorentini www.esercizistorici.it)