Palazzo Malaspina, San Donato in Poggio
location_cityArchitetture

Palazzo Malaspina, San Donato in Poggio

Una delle più importanti testimonianze storiche del XVI secolo

Via del Giglio, 35
Palazzo Malaspina, una delle più importanti testimonianze architettoniche del sedicesimo secolo, è incastonato in un luogo pieno di fascino, al centro del borgo medievale di San Donato in Poggio (frazione di Tavarnelle Val di Pesa) di cui si conosce l’esistenza sin dal lontano 989, anno cui risale una carta redatta a Badia a Passignano.

Il palazzo incornicia una  piazza che porta il suo stesso nome, guarda dall’alto un antico pozzo di forma esagonale, si lascia dominare dalle due porte di accesso di origine medievale, dialoga con le tante e tortuose stradine che dalla cinta muraria si diramano verso il centro abitato. Di storia e tracce del passato che parlano di San Donato, del territorio, di chi e come lo visse nel corso dei secoli, il borgo è stracolmo.

La costruzione del palazzo è legata ad una famiglia di San Donato: i Ticci che, presenti fin dal tardo Medioevo, tennero per molte generazioni “bottega di stoviglie e pizichagnolo e ispeziale”. Intorno alla metà del Cinquecento alcuni esponenti della famiglia, tra i quali il notaio ser Matteo, decisero di trasferirsi in Firenze. Il consolidamento in città della posizione sociale dei Ticci venne poi legittimato nel luogo di origine, a San Donato, dalla costruzione dell'imponente dimora signorile. I Ticci mantennero la proprietà del palazzo fino all’estinzione della famiglia, nel 1739.

L'anno successivo furono i marchesi Malaspina di Mulazzo a raccoglierne l'eredità, entrando in possesso dell’edificio per settanta anni. Seguirono altri passaggi di proprietà nel corso dell’Ottocento senza tuttavia cancellare il ricordo dei Malaspina il cui nome ha continuato a prevalere sia quello dei suoi fondatori sia quello dei successivi acquirenti, come i Pellizzari, oggi proprietari di una parte dell'edificio.

Il palazzo, con i suoi 500 metri quadrati di superficie disposti su 3 piani, si presenta oggi in una veste restaurata e può ospitare anche eventi culturali.

Per maggiori informazioni:
www.comune.tavarnelle-val-di-pesa.fi.it
Altre attrazioni a Tavarnelle Val di Pesakeyboard_backspace
Tavarnelle Val di Pesa
Borgo dell'artigianato della campagna fiorentina
Tavarnelle deve il suo nome alle "tabernulae", i luoghi di sosta e ristoro lungo la "via regia" che univa Firenze a Siena e quindi a Roma. Interessanti le numerose chiese e pievi del territorio. Ad una estremità dell’abitato si trova la chiesa di S. Lucia al Borghetto (XIII sec. ...
Approfondiscikeyboard_backspace