Cornici
content_cutAltro

Le cornici

Sarà che in tanti, da tutto il mondo, vengono in Toscana per dipingere gli splendidi paesaggi e che quindi un quadro senza cornice...

style
Categoria
Altro
Sarà che la produzione di mobili, radicata tradizione dell’Alta Valdelsa, estesa fino a noi con alcune importanti presenze, ha suggerito l’opportunità di fabbricare questi complementi d’arredamento... Nei “nudi” fatti, la produzione locale di cornici ha inizio durante il periodo bellico grazie soprattutto ad un’impresa situata nel territorio del comune di Certaldo, ancora oggi in piena attività (pur non essendo la più grande per numero di occupati): la “Nencini & Masini”. Attorno a essa e da essa sono nate altre esperienze imprenditoriali, piccole e medie, che hanno continuato a concentrarsi in una zona compresa fra i comuni di Certaldo, Gambassi Terme, Castel fiorentino ed il limitrofo San Gimignano: uno dei più tipici esempi di formazione di quei distretti industriali di piccole e medie imprese che hanno fatto la fama del nostro Paese fra economisti e capi di Stato all’estero. Si è così formato il terzo polo italiano per la produzione di aste, accessori, complementi e perfino macchinari ed attrezzi per cornici. Con quelli di Napoli e di Treviso, esso pone l’Italia fra i 3 leader mondiali di questo comparto (gli altri due essendo il Brasile e Taiwan). Ne fanno parte aziende che vantano oltre 1000 articoli in campionario e un’incredibile varietà di stili, dai pezzi assemblati sui modelli antichi, agli oggetti dal design più moderno, realizzati con materiali di pregio o di alto contenuto. Per l’asta della cornice si utilizzano per lo più legni leggeri, malleabili ed economici come il “ramin” o l’”ayous”, lasciati come tali (fatti salvi il trattamento antitarlo e la verniciatura speciale) o nobilitati con l’apposizione di legni pregiati (noce nazionale, betulla, ciliegio, noce, padouk africano, pero, rovere, teak, ulivo, radiche di acero o di olmo, metalli leggeri, ecc.), adoperati anche per ricercate produzioni in massello.. Come accennato, talvolta le aziende di questo calibro mettono a disposizione del cliente una gamma impressionante di complementi per cornici, fino all’offerta stessa di quadri e stampe d’autore, da selezionare magari, in perfetto abbinamento 56 alla cornice, con l’aiuto di un esperto. Non mancano esempi di produzione artigianale di tipo tradizionale. In qualche caso si pratica una doratura manuale molto laboriosa, realizzata con cura quasi maniacale, che trova estimatori in tutto il mondo ma che ovviamente si rivolge ad una clientela ristrettissima.
&
Scopri questa zona turistica
Empolese
Per la sua posizione geografica, centrale nel contesto della Toscana ed in riferimento a città d'arte di primo piano, da Firenze a Siena, a Pisa, a Lucca, a San Gimignano e a Volterra, il circondario Empolese-Valdelsa è terra ideale di soggiorno ...
Scopri Empolesekeyboard_backspace