cava di marmo Carrara
account_balanceMusei

Museo della Pietra Piegata di Stazzema

Il marmo protagonista assoluto

Stazzema
Il Museo nasce dall’idea di raccogliere, in uno spazio limitato, quanto di meglio e di significativo la cultura del marmo delle Apuane ha lasciato, nel tempo, in questa terra. Il fine è dunque la conservazione delle produzioni lapidee più caratteristiche, a cominciare da quelle seriali, per non disperdere la memoria storica di una tradizione artigianale ed artistica, oggi purtroppo residuale.



Le sezioni del museo:


Marmi puri e sacri
La sezione di arte sacra e funeraria raccoglie alcuni importanti reperti dell’ attitudine naturale del marmo ad opere di carattere religioso.

I colori del marmo
Questo spazio è dedicato ai marmi colorati delle Alpi Apuane, oggi quasi del tutto “dimenticati” dall’industria estrattiva, ma che un tempo hanno goduto di particolare prestigio e notorietà. Particolarmente apprezzati per le tarsie marmoree d’età barocca, hanno conservato nei periodi successivi, impieghi contenuti negli oggetti di arredamento e di lusso.

Pietre di casa e bottega
La cucina e la farmacia hanno avuto in comune, per molti secoli, uno strumento di lavoro spesso ricavato dal marmo: il mortaio. La frantumazione dei materiali organici ed inorganici era un’attività ricorrente di questi due luoghi, in cui talvolta si esercitavano pratiche chimiche d’inconsapevole empirismo. Il Museo conserva qui l’erbario del Parco, con essiccata di piante di grande valore naturalistico.

27 secoli di storia

Nello spazio di un unico locale è possibile percorrere un arco di tempo di quasi tremila anni di storia, attraverso la testimonianza materiale di alcune produzioni seriali, ma significative, di marmo. Sono soprattutto le opere architettoniche, insieme ai complementi d’arredo, a segnare l’inesorabile mutamento dei secoli. - biblioteca, archivio e laboratorio. È la parte  del Museo, che conserva e mette a disposizione documenti e strumentazioni per studi e ricerche.

Tombe liguri apuane a Levigliani

Una specifica sezione archeologica raccoglie reperti provenienti da ritrovamenti occasionali e da scavi programmati della necropoli di Levigliani (III-II sec. a.C.), che costituisce il più vasto sepolcreto del popolo dei liguri apuani nella regione geografica che ancora oggi conserva il loro nome.

Contatti:
c/o Foresteria dell’Ente Parco
Regionale delle Alpi Apuane
via IV Novembre, 70
55040 Stazzema, fraz. Levigliani
Tel. 0584 778405

Prenotazione visite:
tel. 0584 778405 - fax 0584 778053
Uffici Museo:
tel. 0584 777952
info@parcapuane.it
Stazzema
Castelli, siti fortificati e gallerie scavate a scalpello di epoca medievale
Circondata dalle Alpi Apuane, Stazzema è situata in una posizione panoramica che consente di ammirare i numerosi borghi disseminati sui pendii delle montagne, abitati fin da epoca antichissima, come dimostra la scoperta di tombe dei popoli liguri-apuani. ...
Approfondiscikeyboard_backspace