Villa del Vescovo, Capannori
Photo ©Olga

Capannori

Luoghi fortificati, castelli e torri medievali, alternati a ville rinascimentali dalle eleganti e raffinate architetture

Leggi la storia Capannori su logo toscana ovunque bella Capannori Scopri Capannori: ville, pievi, camelie Un viaggio alla scoperta di Capannori, terra ricca di tradizioni e di aspetti rurali che coniuga secolari bellezze naturalistiche e architettonicheLeggi la storia

Il vasto territorio del comune Capannori che spazia dall’Altopiano delle Pizzorne, ai Monti pisani e occupa buona parte della piana di Lucca, formata dal prosciugamento del lago di Bientina, vede le sue alture disseminate di castelli e torri medievali, alternati a ville rinascimentali dalle eleganti e raffinate architetture. Costruiti a un’altitudine tale da rendere possibile la coltivazione di vite e ulivo, gli incastellamenti non erano soltanto presidi militari ma veri e propri villaggi dediti all’agricoltura e tendenzialmente autosufficienti.

La campagna di Capannori è caratterizzata dalla presenza di alcune notevoli strutture architettoniche, la più evidente delle quali è certamente l’Acquedotto Nottolini, un vistoso omaggio ai suoi “antenati” romani disegnato in tipico taglio neoclassico. Tra le molte e belle ville rinascimentali che punteggiano questo territorio è impossibile non citare almeno le bellissime Villa Torrigiani, la Villa Reale di Marlia e Villa Mansi – tra le più famose residenze di tutta la Lucchesia.

Gli amanti dell’arte potranno divertirsi a esplorare piccoli paesi e frazioni alla ricerca delle pievi e delle basiliche medievali attorno a cui non hanno mancato quasi mai di svilupparsi nel corso dei secoli piccole comunità, tra queste di notevole interesse artistico-architettonico sono l’antichissima Pieve di San Gennaro di Capannori, l’imponente Chiesa di San Cristoforo a Lamarri e, ancora a Capannori, la Chiesa dei Santi Quirico e Giulietta.

Molti dei castelli del comune di Capannori sono menzionati dalle Croniche manoscritte dello storico quattrocentesco Giovanni Sercambi. Tra le fortezze che avrebbero dovuto essere riparate per contrastare l’avanzata Pisa verso Lucca, lo storico indica la Pieve di Compito, la Fortezza di Sant’Andrea, quelle di San Giusto, di Vorno, di Guamo e il Castello di Montecarlo, mentre tra quelle distrutte nel 1313 da Uguccione della Faggiola, condottiero dei pisani, venivano annoverati i castelli di Compito, di Vorno, di Castelvecchio e di Nossano.

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Capannori
&
Il territorio
Ponte del Diavolo

Lucchesia

La bellezza di Lucca, i centri termali, le ville immerse in stupendi giardini, un ponte “maledetto” e tanti piccoli borghi
Antichi borghi da scoprire, centri termali dove ritrovare il benessere, ville settecentesche immerse in meravigliosi giardini: ecco la Lucchesia, una terra dal movimentato paesaggio modellato ...
Approfondiscikeyboard_backspace