Castagneto Carducci

Castagneto trekking

Una passeggiata tra spettacolari panorami, circondati da varie sorgenti

Punto di partenza e arrivo: Castagneto Carducci
Lunghezza: 12.8 km
Dislivello: 335 metri
Durata: 4 ore a piedi

Note: si parte dal parcheggio situato sulla strada tra il paese e il cimitero, nei pressi del campo sportivo, seguendo l’indicazione in legno relativa ai percorsi trekking: percorso n° 1 (rosso) "Antica Via Campi-gliese".
Quasi tutto l’itinerario si svolge su strada sterrata. Si può accorciare terminando la passeggiata a Sassetta dove si prosegue in bus fino a Castagneto.

N.B.: Il percorso, indicato nella legenda come 'secondo itinerario', sulla cartina appare evidenziato in rosa.

Si parte su asfalto e dopo poco s’imbocca il sentiero n° 1 "Antica Via Campigliese". Dopo circa 2 km dall’inizio della sterrata una deviazione sulla destra porta alla vedetta antincendio da dove si ammira uno spettacolare panorama. Tornati sulla sterrata si raggiunge in breve un vecchio rifugio di carbonai ora area attrezzara per pic-nic. In seguito s’incontra l’antico selciato della strada "Campigliese" che conduce fino al Capo di Monte (522 m), punto più alto dell’itinerario. Sulla discesa, in loc. Piano dei Brizzi (evidente radura), ecco sulla sinistra il sentiero per Sassetta mentre proseguendo sul n° 1 si arriva in loc. La Fiora dove c’è un incrocio: proseguite sulla destra imboccando il Sentiero dei Molini (percorso n° 2) che ritorna verso Castagneto C.cci. Poco dopo s’incontra la sorgente nota come la Bolla del Conte Piero e si prosegue raggiungendo due ponti in pietra del secolo scorso, dove ora passa l’acquedotto, e numerose carbonaie. Prima di rientrare in paese tocchiamo i ruderi del Mulino di Cima, del Mulino di Mezzo e quelli del Rotone, il più antico e importante del territorio castagnetano, circondato da varie sorgenti.
(Articolo a cura dell' APT della Costa degli Etruschi)

&
Altri itinerari