Prato
Frazioni, quartieri e piazze

La piazza duomo di Prato

Cuore del centro storico della città

Prato
L'area dell'attuale piazza corrisponde alla zona su cui si sviluppò il più antico nucleo della città, il luogo Cornio, documentato già nel IX secolo e di probabile fondazione longobarda, presso il quale sorgeva un piccolo borgo e la pieve dedicata a S. Stefano. Ampia e articolata, si è sviluppata in funzione della pieve battesimale divenuta poi Cattedrale. Fin dal XIV secolo la piazza fu teatro di feste, mercati, giochi all'aperto e soprattutto l'ostensione della Sacra Cintola che richiamava, come oggi, folle di fedeli devoti alla reliquia mariana.

La piazza è incorniciata da edifici in gran parte di origini trecentesche. Sul lato sud prospetta l'ottocentesco Palazzo Vestri, davanti al quale si erge la statua di Giuseppe Mazzoni, uomo politico pratese, realizzata da Alessandro Lazzerini, al lato del Duomo il Palazzo vescovile e di fronte Palazzo Dragoni ristrutturato nell'Ottocento. Al centro della piazza l'ottocentesca fontana del Pescatorello soprannominata "fontana del Papero" (1863) scolpita da Emanuele Caroni e Ulisse Cambi.
Prato
Dal Medioevo all'avanguardia in una città da scoprire
Una città che non mancherà di stupire gli amanti delle destinazioni meno inflazionate è Prato. In molti infatti, anche a causa di come il luogo viene spesso presentato sulla stampa, si stupiranno, visitandolo, di scoprire un centro storico elegante e ben conservato, all’altezza dei nuclei medievali di tante delle più note città toscane. ...
Approfondiscikeyboard_backspace