Montagna Pistoiese
account_balanceMusei

Ecomuseo della Montagna Pistoiese

Itinerari tra oasi naturali, musei e antiche pievi per scoprire un territorio unico

San Marcello Pistoiese

L’Ecomuseo della Montagna Pistoiese è un museo diffuso sul territorio, composto di un insieme coordinato di itinerari all'aperto, musei e centri per la didattica per scoprire l'Appennino toscano a nord di Pistoia e indagare il rapporto tra l'uomo e l'ambiente che si è sviluppato lungo i secoli.
Il cuore amministrativo dell'Ecomuseo si trova a Gavinana, un borgo nel comune di San Marcello Pistoiese, all'interno nello storico Palazzo Achilli, sede del Punto Informativo Centrale, attrezzato con laboratori interattivi e strutture di accoglienza.  
L'Ecomuseo è composto da sei itinerari: andiamo a scoprirli tutti.

 
Il ferro
Il ponte sospeso
Il ponte sospeso - Credit: Marta Mancini

L'itinerario del ferro racconta la storia della siderurgia sulla Montagna Pistoiese dal Medievo al XIV secolo, quando dal 1543, grazie a Cosimo I de’ Medici, la zona divenne primo polo siderurgico del Granducato di Toscana, grazie ai boschi e all'abbondanza d'acqua, che garantivano l'energia naturale per le fucine.
Si può visitare la Ferriera di Maresca, frazione del comune di San Marcello Piteglio, che è la più antica di tutta la Toscana, costruita verso la metà del XIV secolo e rimasta in funzione fino agli anni Ottanta, mentre nella frazione di Pontepetri si trova il Museo e giardino didattico del ferro.
Da qui parte il Sentiero della Ferriera, che si snoda lungo il torrente Maresca,
che un tempo alimentava un tempo la ferriera di Pontepetri.
Non può mancare una visita al Ponte sospeso di Mammiano, costruito nel 1922, uno dei ponti pedonali a fune più lunghi al mondo.

Il ghiaccio
L’itinerario del ghiaccio porta alla scoperta della produzione del ghiaccio naturale che si sviluppò sulla Montagna Pistoiese dalla fine del Settecento ai primi del Novecento.
Si può visitare la Ghiacciaia della Madonnina, dove si conservava il ghiaccio a Le Piastre, il Polo didattico del ghiaccio a Pracchia, con gli attrezzi originali e le foto d'epoca, e percorrre il Sentiero della ghiacciaia lungo 9 chilometri, che collega Le Piastre a Pontepetri.
La natura
L'Orto Botanico Forestale dell'Abetone
L'Orto Botanico Forestale dell'Abetone
L’itinerario naturalistico conduce alla scoperta delle ricchezze dell’Appennino Pistoiese e fa tappa all'Orto Botanico Forestale dell'Abetone, un'oasi naturale che ospita molte specie alpine come l'abete rosso.
Sempre all'Abetone si può approfondire l'argomento con le mostre e i corsi formativi del Polo didattico di Fontana Vaccaia.
L'arte sacra
L’itinerario dell’arte sacra ha il suo fulcro nella Pieve di Santa Maria Assunta di Popiglio, splendido esempio di romanico ricco di opere d’arte, donate come ex voto da una famiglia di popigliesi residenti a Roma, i Vannini, che oggi sono esposte nel Museo Diocesano d'Arte Sacra. 
La vita quotidiana
Il Molino di Giamba
Il Molino di Giamba

L'itinerario della vita quotidiana è un viaggio nelle abitudini di un tempo e nel rapporto con il lavoro e con l'ambiente delle popolazioni che abitavano in montagna.
Si parte dal Museo della Gente dell'Appennino Pistoiese a Cutigliano, che spiega come si viveva in questo territorio dai secoli scorsi ai giorni nostri e propone due laboratori: uno dedicato ai giocattoli e uno all'arte della tessitura con la lana. 
Il percorso prosegue a Orsigna lungo la via della castagna, che conduce al Molino di Giamba, costruito nel 1820 e ancora oggi usato per la macinatura delle castagne raccolte nei boschi vicini.

La pietra
L'itinerario della pietra comprende la Via Francesca della Sambuca, tracciato medievale del pellegrinaggio che dalla frazione di Pavana arriva fino a Sambuca Castello, antico borgo fortificato.
Da non perdere il Polo didattico della pietra a Sambuca Pistoiese, dove sono esposti gli attrezzi e gli oggetti dell’antico mestiere dello scalpellino, ma anche la Riverva Biogenetica di Acquerino e l'antica Pieve di Furfalo, a Marliana, che risale al X secolo e i cui resti si trovano nel bosco. 

Cover image credit: Territori di Pistoia Pistoiese

San Marcello Pistoiese
Una notevole meta turistica fin dal 1800
Il comprensorio del Comune di San Marcello interessa un'area montana di media altitudine ben soleggiata e particolarmente gradevole, nella stagione estiva, per il clima fresco ed asciutto. L'andamento dei rilievi invita a lunghe passeggiate nel verde dei boschi fino a raggiungere i crinali, seguendo la ben articolata mappa dei sentieri tracciati dal Club Alpino Italiano. ...
Approfondiscikeyboard_backspace