Antipasti

Street food dalla Toscana: la ricetta della cecina

A Carrara la chiamano “calda calda”, in Versilia e a Pisa è la “cecina”, a Livorno è la “torta” o “cinque e cinque”, perché si serve insieme alla focaccia. Stiamo parlando della farinata di ceci, il piatto più classico e diffuso dello street food in Toscana: una delizia della tradizione della cucina povera che si può gustare ancora oggi nei paesi della costa, rigorosamente cotta nel forno a legna sulle classiche teglie di rame.
La cecina gustata appena sfornata [Photo Credits: <a href=Marco Taddia]" />
La cecina gustata appena sfornata [Photo Credits: Marco Taddia]
La cecina è anche semplice da preparare in casa: ecco la ricetta per portarla sulle vostre tavole. 1. Mescolate un litro d’acqua a 400 grammi di farina di ceci, girando accuratamente per ottenere una pastella senza grumi, liquida e liscia. 2. Aggiungete mezzo bicchiere d’olio e poco sale, mescolando ancora per amalgamare e lasciate riposare l’impasto per almeno 4 ore: in questo periodo si formerà una schiuma che di tanto in tanto va eliminata.
La cottura nel forno a legna della cecina [Photo Credits: <a href=Andrea Mucelli]" />
La cottura nel forno a legna della cecina [Photo Credits: Andrea Mucelli]
3. Ungete con molto olio una teglia di rame larga e bassa, versatevi la pastella e cuocete nel forno caldissimo: la cecina è pronta quando incomincia ad abbrustolirsi. Gustate la vostra torta condita con sale e pepe, oppure dentro la focaccia salata. E buon appetito!