Rapolano Terme

Rapolano Terme

ll paese dove tutto parla di storia, una storia scolpita, edificata e decorata sulla roccia porosa del travertino

Leggi la storia Rapolano Terme su Rapolano, scrigno di elementi immerso nella storia Terra unica, rude e forte come gli elementi che la caratterizzano.Leggi la storia

E’ nella terra delle Crete Senesi che sorge Rapolano, una miscela di storia, cultura e risorse naturali. Il paese è famoso soprattutto per essere sede, già fin dall’epoca romana, di due stabilimenti termali, l’Antica Querciolaia e le Terme di San Giovanni, che rimangono in funzione tutto l’anno e che forniscono un’offerta legata anche al benessere.

L’altra preziosa risorsa è quella legata al Travertino, una pietra depositata da acque dolci, calcarifere presso cascate, sorgenti o in fondo a bacini estratta sin dal 1597, come testimonia un antico documento, e che da allora ha visto moltiplicarsi le cave fino a diventare una delle attività più importanti del territorio. Il rapporto con il travertino non investe solo l'architettura e il paesaggio, ma s'intreccia con l'economia, la struttura sociale, la storia, il linguaggio espressivo e le correnti artistiche.

Dalle cave di Rapolano che si moltiplicarono nei secoli successivi proviene il travertino di molti monumenti rinascimentali, come la Chiesa di San Biagio a Montepulciano, la facciata del Duomo di Pienza e quella della Chiesa di Provenzano a Siena. Oggi come un tempo il travertino è una componente essenziale dell'edilizia: applicato nell'arredo urbano, nelle pavimentazioni, nei rivestimenti verticali, nell'arredamento e nell'oggettistica, il travertino estratto a Rapolano è apprezzato per le sue proprietà fisiche e le sue qualità estetiche.

Ma Rapolano significa anche cultura, una cultura non statica ma in continuo dinamismo, che vuole catturare l’interesse degli abitanti e dei turisti attraverso attività che vanno dal teatro, al premio letterario fino alla manifestazione legata a un’altra grande risorsa naturale, l’olio extravergine d’oliva di alta qualità.

Storia e cultura si materializzano nel Museo della Grancia un patrimonio unico che documenta la storia delle antiche fattorie fortificate dove si riannodano simbolicamente i fili di un lungo tratto della storia non solo della comunità montana di Rapolano e Serre, ma di tutta la provincia senese.

Il Teatro del Popolo è la sede nel mese di marzo del premio letterario internazionale "Il Molinello", istituito nel ’96, dove ogni anno partecipano le maggiori case editrici tra cui Rizzoli, Feltrinelli e Ibiskos e che ha consegnato premi alla carriera a personaggi di indiscusso spessore culturale come il poeta Mario Luzi e il giornalista Enzo Biagi. Ma l’apice del connubio tra bellezza paesaggistica è certamente rappresentata dal Festival di Rapolano che si svolge a luglio. Si tratta di un appuntamento che ogni anno offre al pubblico una serie di eventi alla riscoperta della propria memoria, nell’affascinante scenario della Cava Dell’Oliviera, un teatro naturale con blocchi di travertino e acqua che scaturisce dalla roccia. Un vero e proprio palcoscenico della multiculturalità sul quale vanno in scena brani egiziani, ritmi maghrebini, canzonieri e musiche predisposte a fini cinematografici.

2
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Rapolano Terme
in zona