Palaia

Palaia

Vivaci centri rurali e suggestivi borghi abbandonati in cui si respira l'antica tradizione toscana

Leggi la storia Palaia su logo toscana ovunque bella Palaia A Palaia c’è un bosco e nel bosco c’è un Tempio Storia e leggenda del Tempio di Minerva Medica, tra poeti romantici e fervori risorgimentaliLeggi la storia

Palaia è uno dei luoghi più ricchi di storia di tutta la Valdera, le sue origini risalgono infatti al IV secolo a.C., come mostrano i ritrovamenti che testimoniano la presenza degli Etruschi in questa zona. Risale invece all’alto Medioevo il castello, attestato come Mons Magnifrido già in un documento del 936, fortificazione che – data la posizione strategica – fu più volte motivo di contesa tra Pisa, Firenze e Lucca.

Ma l’età dell’oro di Palaia sarebbe arrivata tra il XIII e il XIV secolo, quando furono costruite la Pieve di San Martino (1279-80), singolare edificio realizzato interamente in cotto; e la Chiesa di Sant’Andrea, una basilica romanica che custodisce al proprio interno opere preziose, come il Crocifisso ligneo di Andrea Pisano (1330) e la Madonna con Bambino di Francesco di Valdambrino (1403).

Il paese di Palaia è un antico centro rurale dove resta viva la memoria delle tradizioni, che non manca di riverberare anche nei dintorni, come nei borghi di Montefoscoli e San Gervasio, dove si possono visitare due musei dedicati alla civiltà contadina, in cui sono esposti attrezzi e utensili d’epoca e dove è possibile avere esperienza –  attraverso itinerari guidati – dei vecchi luoghi del lavoro, come il coppaio, il frantoio, le cantine e tutti gli ambienti dedicati agli antichi mestieri.

Si respira aria di altri tempi anche a Villa Saletta, raro esempio di borgo-fattoria cinquecentesco (in cui sono stati girati i film La Notte di San Lorenzo e Fiorile dei fratelli Taviani e Io e Napoleone di Paolo Virzì); così come a Toiano, notevole borgo disabitato immerso tra dolci colline e aspri calanchi di sabbia.

Palaia è inoltre un buon punto di partenza per escursioni di grande bellezza: di recente sono stati ripristinati alcuni sentieri tra i quali spicca il Grande Percorso Naturalistico, in cui è possibile passeggiare a cavallo, a piedi o in bicicletta.

Il territorio di Palaia offre molte occasioni a coloro i quali cerchino il momento giusto per decidere di visitarlo, è davvero il caso di dire che ce n’è per tutti i gusti. Si parte dalle rassegne teatrali e musicali estive, come la Rassegna Teatro Popolare Mauro Monni e Lirica sotto le stelle; per passare alle classiche occasioni enogastronomiche e alle sagre paesane, come la Festa della Civiltà Contadina di Montefoscoli e la rassegna Notti d’Estate. È infine da ricordare la Mostra Mercato del Tartufo e del fungo Porcino di Forcoli, che ormai da 30 anni celebra ogni ottobre il pregiato tubero e tutti i prodotti tipici del territorio.

Cover image credit: TOB

&
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Palaia
&
Il territorio
Valdera

Valdera

In viaggio tra dolci acque e bellezze paesaggistiche
Il paesaggio di questa campagna tipicamente toscana è caratterizzato da dolci colline intervallate da modesti corsi d’acqua che si ricongiungono al fiume Era, ma è anche il risultato dell’intensa ...
Approfondiscikeyboard_backspace