Photo ©Mongolo1984
location_cityArchitetture

Pieve di San Martino a Palaia

La splendida e imponente chiesa poco fuori dal borgo risale al 1200

Palaia

L'edificazione della Pieve di San Martino a Palaia risale alla seconda metà del 1200 quando fu creata una nuova pievania, distaccata dalla precedente di San Gervasio. Di grandiose dimensioni, è situata poco fuori le mura del borgo in direzione nord.
La Pieve si presenta come un edificio dal paramento murario piuttosto uniforme, nonostante sia stata restaurata più volte nei secoli. Secondo gli studi condotti sulla sua struttura architettonica, sembrano coesistere diversi momenti di messa in opera e le molte differenze stilistiche portano a supporre diverse fasi di costruzione. Nonostante ciò, lo stile che più emerge è quello tardo-romanico.
L'interno è composto da tre navate di cinque campate con colonne in laterizio, presbiterio rialzato e tre cappelle laterali. All'interno si trovano inoltre un fonte battesimale a pianta esagonale, un'acquasantiera e una grande vasca in marmo, presumibilmente usata per il rito battesimale a immersione, proveniente dalla chiesa di Santa Maria da Ripezzano, oggi scomparsa.

people
Le voci della rete
Palaia
Vivaci centri rurali e suggestivi borghi abbandonati in cui si respira l'antica tradizione toscana
Palaia è uno dei luoghi più ricchi di storia di tutta la Valdera, le sue origini risalgono infatti al IV secolo a.C., come mostrano i ritrovamenti che testimoniano la presenza degli Etruschi in questa zona. ...
Approfondiscikeyboard_backspace