Montopoli in Val d'Arno

Montopoli in Val d'Arno

Dalle torri alle rievocazioni storiche sarà un salto indietro nel tempo

Leggi la storia Montopoli in Val d'Arno su Montopoli in Val d'Arno Una giornata con Paolo Ciampini Definita da Boccaccio “Castello insigne”, Montopoli annovera tra i suoi personaggi uno tra i più grandi incisori a livello mondialeLeggi la storia
Definito dal Boccaccio "castello insigne" per le possenti fortificazioni, fu conteso fra Pisa e Firenze fino alla famosa Battaglia di San Romano, immortalata da Paolo Uccello nei tre dipinti conservati oggi agli Uffizi, al Louvre e alla National Gallery. Nei secoli successivi il borgo si sviluppò e si arricchì di chiese ed opere d'arte: l'Oratorio di San Sebastiano, la Chiesa della Madonna del Soccorso, il Conservatorio di Santa Marta.

Simboli del passato sono rimasti l'Arco e la Torre di Castruccio. Il Museo Civico Guicciardini intende recuperare i beni artistici e architettonici del territorio e rappresenta il nucleo di una rete museale che includerà la Torre di San Matteo, la Chiesa di Santa Marta e il Santuario della Madonna a San Romano.

Montopoli si rituffa nel Medievo la seconda domenica di settembre, quando gruppi di sbandieratori e musici sfilano per le vie annunciando la Disfida con l'arco, in cui i rappresentanti dei due quartieri si sfidano a colpi di freccia. Oltre alle rievocazioni storiche Montopoli celebra la buona cucina con la rassegna Gustopolis (inizio marzo) e la buona musica con la rassegna Montopoli Jazz (luglio).

Poco distante da Montopoli, nel parco della Tenuta Varramista, si trova la Villa Capponi Piaggio, costruita a metà XVI secolo dalla famiglia fiorentina dei Capponi e acquistata nel 1953 dall'industriale Enrico Piaggio per la sua vicinanza agli stabilimenti di Pontedera. Nel 1959 la villa ospitò le nozze fra Antonella, la figlia adottiva di Piaggio, e Umberto Agnelli.

Un’antica tradizione, ormai quasi perduta, è quella della ceramica. Già nel XVI secolo nel paese operavano fornaciai e vasellai; nel l'Ottocento Montopoli ospitò l'attività ceramica di Dante Milani, che formò una generazione di abili artigiani esperti nella produzione di mobili in stile rinascimentale e lampadari con formelle di terracotta.

Oggi l'economia di Montopoli è basata sull'industria, con fabbriche e officine operanti nel settore calzaturiero e in quello del cuoio e dei pellami. L'agricoltura è sempre presente, anche se in tono minore rispetto al passato, con la produzione del vini Chianti delle Colline Pisane e San Torpè.

Cover image credit: Mongolo1984

2
LE ATTRAZIONI PIù RICERCATE A  Montopoli in Val d'Arno
&
Il territorio
Arno, Pisa

Valdarno Inferiore

Borghi caratteristici circondati dalla campagna
Il Valdarno presenta un paesaggio in cui le colline tipicamente toscane dei dintorni di San Miniato, coperte di oliveti e costellate da cittadine e borghi medievali, contrastano con il fondovalle ...
Approfondiscikeyboard_backspace